Impianti termici

Manutenzione e controllo degli impianti termici e degli impianti di climatizzazione estiva

Gli impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici devono essere sottoposti a regolare manutenzione e controllo da parte del responsabile dell’impianto.
Con D.P.R. n. 74 del 16/04/2013 e D.G.R. n. 1431 del 05/12/2016 e relativo Allegato A (che sostituisce la precedente D.G.R. 961/2014) sono state dettate nuove disposizioni per la gestione degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva.
Dal 1° gennaio 2016, per effetto della Legge Regionale n. 10/2015, la funzione di controllo e vigilanza sugli impianti di climatizzazione estiva ed invernale istallati nel territorio comunale è attribuita alla Provincia di Terni.
Dal 1° agosto 2016 è inoltre attivo il Catasto Unico Regionale degli Impianti termici (CURIT) per la gestione degli impianti, la trasmissione dei rapporti di controllo e la vendita dei bollini per l'intero territorio regionale. 
Al CURIT possono accedere i cittadini per visualizzare e controllare lo stato di manutenzione del proprio impianto. E' inoltre attivo un helpdesk, al numero 0742 283100 o via email all'indirizzo sol@curit-umbria.it, per assistere i tecnici e i cittadini sia nella risoluzione di problemi legati alla piattaforma CURIT Umbria sia nel chiarimento di quesiti normativi relativi all'attività di controllo degli impianti termici. 

Rispettare la normativa vigente è un obbligo di legge

ma soprattutto mantenendo una corretta manutenzione degli impianti di climatizzazione si ottiene:

  • Maggior sicurezza per gli utenti 
  • Maggiore tutela della salute 
  • Riduzione dei consumi energetici 
  • Risparmio economico

La climatizzazione degli ambienti
Guida per l’esercizio, controllo e manutenzione degli impianti termici

Termoregolazione e contabilizzazione del calore 
Consigli e buone pratiche sulla installazione di sistemi di contabilizzazione e di termoregolazioni individuali

Provvedimenti limitativi nell’uso degli impianti termici finalizzati al contenimento dell’inquinamento atmosferico

Per prevenire e ridurre le emissioni in atmosfera di particolato proveniente dagli impianti di riscaldamento più inquinanti e che non sono ancora al passo con le migliori tecniche di gestione e contabilizzazione del calore, è stata emessa un’ordinanza sindacale che limita il funzionamento degli impianti termici nel periodo in cui si verificano frequenti criticità dei valori delle polveri fini nell’aria, ovvero dal 1° novembre al 31 marzo di ogni anno.