Piano regolatore

Il Piano regolatore generale è tra i più importanti strumenti urbanistici e consiste nella regolamentazione e nella gestione del territorio compreso in un dato comune. È uno strumento redatto dal singolo comune o da più comuni limitrofi (piano Intercomunale) e contiene indicazioni sul possibile utilizzo o tutela delle porzioni del territorio cui si riferisce.

Il primo P.R.G. fu introdotto dalla Legge 2359/1865 ed era costituito da due parti: un Piano regolatore edilizio, il cui ambito d'intervento era il perimetro della città esistente, e un Piano d'ampliamento, il cui ambito era il circondario esterno.

La Legge Urbanistica Nazionale n.1150 del 17 agosto 1942 ha introdotto un nuovo tipo di P.R.G. che a differenza del piano precedente ha durata illimitata del tempo e non è direttamente attuativo ma necessita di Piani di Attuazione, è uno strumento quadro (masterplan).

Il P.R.G. del 1942 nasce come strumento regolatore della crescita urbana ma intorno agli anni '70 diviene strumento di gestione dell'assetto del territorio.

I contenuti principali sono:

  • rete principale delle infrastrutture
  • zonizzazione del territorio comunale
  • indicazione degli spazi destinati a spazi d'uso pubblico
  • indicazione delle aree destinate a fabbricati d'uso pubblico

Consulta il piano regolatore

SERVIZIOUFFICIO 
Richiesta materiale CartograficoUrbanisticascheda servizio