Sistema Formativo Integrato

Il Sistema Formativo Integrato è costituito da una pluralità di soggetti, la famiglia, la scuola, gli Enti Locali e l’Associazionismo, i quali sono al tempo stesso specifici e complementari; specifici perché, ogni soggetto coinvolto, è chiamato ad esplicitare, insieme agli altri partners, un progetto educativo-formativo complementare e complesso.
In tale contesto gli Enti Locali, assolvono un ruolo fondamentale nell’ambito del territorio locale. 
A partire dagli anni ottanta gli Enti Locali hanno mirato ad un’alta progettualità, che ha gradualmente portato allo svilupparsi di un sistema formativo integrato.

Nella Legge Regionale 15 Aprile 2009 n. 7 “Sistema Formativo Integrato Regionale” viene specificato che la medesima, in attuazione del Titolo V della Costituzione e dei diritti garantiti dalle Convenzioni internazionali in materia di diritti degli uomini … disciplina il Sistema Formativo Integrato Regionale (SFIR) … ispirandosi a dei precisi principi che pongono la persona al centro delle politiche dell’istruzione, della formazione e del lavoro; garantendone l’accesso all’istruzione in condizioni di pari opportunità e di integrazione e inclusione sociale, al fine di favorire l’innalzamento dei livelli di istruzione e formazione, culturali e professionali dell’individuo, facendo emergere l’eccellenza del merito e il pieno sviluppo delle capacità di ognuno. Vengono esplicitati i concetti di formazione continua e permanente dell’individuo, in quanto, secondo il testo normativo, l’attività di apprendimento non si esaurisce con il normale ciclo scolastico, ma può essere avviata in qualsiasi momento della vita, dall’infanzia all’età adulta.
Nel testo di legge viene illustrato come realizzare il Sistema Formativo Integrato, mediante un processo di integrazione, nel quale i soggetti coinvolti (istituzioni scolastiche autonome, gli organismi scolastici territoriali, le università, il sistema della formazione professionale e gli Enti Locali, le imprese, le associazioni sociali, culturali, assistenziali e di volontariato) collaborano per arricchire e qualificare l’offerta formativa, riconoscendo il valore dell’educazione formale anche attraverso un sistema di crediti e certificazioni che permettano all’individuo che apprende di valorizzare le competenze acquisite nei diversi ambiti o settori, favorendo i passaggi tra i diversi tipi ed indirizzi e promuovendo l’integrazione fra i sistemi.
Questo si traduce in un insieme organico di offerte integrate tra istruzione, formazione professionale e lavoro che giovani ed adulti possono scegliere sulla base di percorsi individuali, coerenti per contenuti e modalità di fruizione, con i bisogni di sviluppo propri e del sistema economico.
L’architettura del sistema comporta la costruzione di percorsi flessibili, nei metodi e nei contenuti, finalizzati all’acquisizione di conoscenze e di competenze capitalizzabili e certificabili, all’individuazione ed al riconoscimento di crediti riferiti a standard condivisi dalla scuola, dalla formazione professionale, dall’università, dal sistema delle imprese e delle professioni.
Il testo di legge richiama la L.R. 22.12.2005 n. 30 “Sistema integrato dei servizi socio-educativi per la prima infanzia” specificando che la Regione, in coerenza con quanto disposto dalla citata L.R. 15 Aprile 2009 n. 7, favorisce le condizioni per una reale integrazione delle bambine e dei bambini diversamente abili e in situazioni di difficoltà sociale e culturale.

In linea con i dettami regionali, l’Ufficio Servizi Educativi e Scolastici del Dipartimento Promozione Sistema Formativo e Sociale del Comune di Terni gestisce ed organizza servizi e attività in ambito educativo, scolastico e formativo con particolare riferimento alle bambine ed ai bambini in età prescolare e scolare, garantendo anche l’organizzazione e la cura dei Servizi dell’assistenza scolastica e a sostegno del diritto allo studio.
Nel sito istituzionale sono consultabili,fra le altre, le informazioni relative ai servizi gestiti direttamente dall’amministrazione Comunale, quali i Nidi d’Infanzia, I Centri per Bambine e Bambini, le Scuole dell’Infanzia, i laboratori LaborArt e il Laboratorio di Educazione Ambientale Aula Verde. Tra le competenze assegnate all’Ufficio rientrano anche le attività e le offerte formative in ambito scolastico ed extrascolastico che costituiscono i contenuti del Sistema Formativo Integrato del Comune di Terni.

Da quanto introdotto sino ad ora, si comprende quindi l’esigenza di individuare uno “spazio dedicato” per il confronto, l’informazione, la verifica e la promozione del Progetto Infanzia, dalla sua realizzazione al suo evolversi e svilupparsi in base al manifestarsi e al modificarsi delle esigenze del nostro territorio comunale.
Un settore specifico per la promozione ed il coordinamento di iniziative, di elaborazione culturale nell’educazione.

La presente pagina, in fase di elaborazione, prevede la predisposizione di due aree di interesse:

A. SEZIONE INFORMATIVA
Attraverso la quale si intende raggiungere un duplice obiettivo; raccogliere e divulgare notizie utili relative ai servizi per l’infanzia che vengono attivati nel territorio cittadino e, in questo modo, promuovere ed organizzare iniziative per allargare il contesto culturale.

B.    SEZIONE DI DOCUMENTAZIONE 
Per dare vita ad una sorta di “memoria pubblica” delle esperienze didattiche, favorendone la partecipazione a tutti coloro che, a diverso titolo, si occupano di infanzia.
In questa sezione si prevede la pubblicazione, in formato elettronico, di testi, quaderni e opuscoli, redatti in seguito ad incontri formativi e/o gruppi di lavoro su argomenti di carattere pedagogico-didattico, di progetti di ricerca e sperimentazione nei servizi educativi, mediante la costituzione di gruppi di studio misti su apetti legati all’educazione e alla condizione dell’infanzia nella nostra società e nello specifico del nostro territorio. Una sistematica raccolta di materiali inerenti ai percorsi evolutivi dei Servizi Educativi Comunali S.E.C.