Famiglia

Le misure a sostegno delle famiglie sono caratterizzate da servizi, interventi e prestazioni che hanno il duplice obiettivo di sostenere i nuclei in difficoltà socio-economica e di prevenire il disagio relazionale che connota le famiglie di oggi durante tutte le fasi critiche del loro ciclo vitale.
Nelle situazioni familiari più difficili e compromesse il progetto di intervento tiene prioritariamente in considerazione la tutela dei componenti più deboli, in particolare minori e anziani, in ogni caso sostenendo gli adulti nei loro compiti genitoriali e di cura.

Il sostegno alle famiglie si articola su livelli diversificati:

  • l’asse della promozione, che propone, come atteggiamento prioritario e prevalente, la fiducia verso i “cittadini in crescita” e si sviluppa nella promozione specifica (con le molteplici declinazioni dell’ascolto e della partecipazione) e in un approccio attivo alla prevenzione;
  • l’asse della protezione sociale e della tutela giuridica, che si articola nelle azioni della protezione sociale, riferita ad interventi di natura socio-economica, educativa, sanitaria da attivare in favore delle famiglie, privilegiando le fasce deboli o a rischio (minori, anziani, non autosufficienza) e si articola altresì nelle azioni della tutela giuridica, intesa come l’insieme degli interventi volti a salvaguardare il soggetto coinvolto in procedimenti amministrativi, civili e penali, in presenza dell’Autorità Giudiziaria (adulti con capacità giuridica attenuata, minori);
  • l’asse del sostegno alle responsabilità degli adulti, sia in famiglia, attraverso il sostegno alle competenze e alle capacità genitoriali e alla valorizzazione delle relazioni intergenerazionali, sia nel territorio, attraverso la relazione tra coetanei, autogestita o animata dalla presenza di adulti significativi anche organizzati nelle realtà associative, educative, sportive, culturali, ambientali;
  • interventi, attività e strutture educative, che affiancano o sostituiscono temporaneamente le famiglie in difficoltà e le sostengono nel complesso compito educativo e di cura dei figli. Accanto all’assistenza domiciliare socio-educativa, svolta da operatori qualificati presso le abitazioni e i luoghi di vita dei ragazzi, l’Amministrazione Comunale ha messo a disposizione degli spazi stabili per quei minori che necessitano di un riferimento educativo   ad integrazione di quello familiare o che devono essere momentaneamente allontanati dal proprio nucleo.