Servizi

Permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.

Permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.
(Carta di soggiorno per cittadini extracomunitari)

Dall'8 gennaio 2007, la carta di soggiorno per cittadini stranieri è stata sostituita dal permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.
Questo tipo permesso di soggiorno è a tempo indeterminato e può essere richiesto solo da chi possiede un permesso di soggiorno da almeno 5 anni. La domanda va presentata presso gli uffici postali oppure, senza utilizzare il kit, ci si può recare presso i Comuni che offrono questo servizio o presso i Patronati.
Alla domanda è necessario allegare:
• copia del passaporto o documento equipollente, in corso di validità;
• copia del permesso di soggiorno;
• copia del codice fiscale (tessera sanitaria);
• contratto di lavoro;
• modello UNILAV o INPS;
• dichiarazione dello stato occupazionale da parte del datore di lavoro con la copia del documento di identità dello stesso;
• copia della dichiarazione dei redditi (il reddito deve essere superiore all'importo annuo dell'assegno sociale); per i collaboratori domestici (colf/badanti): esibizione dei bollettini INPS o estratto contributivo analitico rilasciato dall'INPS;
• certificato casellario giudiziale e certificato delle iscrizioni relative ai procedimenti penali;
• un alloggio idoneo documentato (idoneità alloggiativa) se sono presente i familiari;
• copie delle buste paga relative all'anno in corso;
• documentazione relativa alla residenza e allo stato di famiglia;
• test di lingua italiana di livello A2;
• bollettino postale di pagamento del permesso di soggiorno elettronico € 30,46;
• marca da bollo da € 16.00
Il costo della raccomandata è di € 30.00
Per i lavoratori autonomi:
• iscrizione alla Camera di Commercio;
• autorizzazioni comunali;
• iscrizioni ad Albi o Registri;
• bilancio dell’anno in corso.

La richiesta può essere presentata anche per il coniuge non legalmente separato; per figli minori, anche del coniuge o nati fuori dal matrimonio, figli maggiorenni a carico che non possano permanentemente provvedere alle proprie indispensabili esigenze di vita in ragione del loro stato di salute che comporti invalidità totale; genitori a carico.

Aggiornamento pagina: 8.03.2017

Ufficio Competente