Servizi

Interventi in favore dei lavoratori emigrati

I comuni, nell'ambito della normativa vigente in materia di diritto allo studio ed assistenza sociale, al fine di favorire il reinserimento dei lavoratori emigrati e delle loro famiglie che rientrano dall'estero erogano: 
a) contributi a titolo di indennità di prima sistemazione;
b) contributi per la concessione di borse di studio per agevolare il reinserimento scolastico o la frequenza di corsi di scuole di ogni ordine e grado ad emigrati o a loro familiari che rientrino anche individualmente.
Inoltre erogano contributi fino al 50% sulle spese sostenute e documentate per rimpatrio di salme di emigrati deceduti all'estero.

CRITERI DI EROGAZIONE:
Per ogni nucleo familiare avente diritto potrà essere erogato un contributo non superiore a € 3098,00 con le seguenti limitazioni:
a - fino a un massimo di € 1290,00 per affrontare le spese di prima sistemazione: € 516,00 al capofamiglia e € 129,00 per ogni altro comonente il nucleo familiare;
b - fino ad un massimo di € 1032,00 per garantire il reinserimento scolastico ed il diritto alllo studio nelle scuole di ogni ordine e grado: € 154,00 per ogni minore che frequenta la scuola materna o elementare, € 206,00 per ogni minore che frequenta la scuola media inferiore, € 258,00 per ogni studente che frequenta la scuola media superiore e infine € 361,00 per ogni studente iscritto all'università.
c - il 50% delle spese funerarie per il rimpatrio di salme fino a un massimo di € 774,00.

Cosa fare:
La domanda deve essere presentata al Comune (Servizi Socio Assistenziali) entro 180 giorni dalla data di rientro, pena decadenza.

[Riferimenti legislativi]: Legge Regionale 20.11.1997 n. 37.

Ufficio Competente