Codice disciplinare e codice di condotta

Data pubblicazione della pagina: 19-06-2014

Data aggiornamento della pagina: 23-03-2017

Norme in materia di procedimenti disciplinari e codice di comportamento

PUBBLICAZIONE AI SENSI DELL’ART. 55 - COMMA 2 - DEL D. LGS. 165/2001 E S.M.I. E AI SENSI DELL’ART. 17 - COMMA 1 - DEL D.P.R. 62/2013

I dipendenti pubblici, oltre alla responsabilità civile, amministrativa, penale e contabile, sono responsabili in via disciplinare in base a quanto contenuto nell’art. 2106 del Codice Civile.

La materia della responsabilità disciplinare è regolata dalla legge (artt. dal 55 al 55-novies del D.Lgs. 165/2001 come integrato con modifiche dagli artt. 68 e 69 del D.Lgs. 150/2009) e dai contratti collettivi nazionali di lavoro, che definiscono, nei limiti indicati dalla legge, la tipologia delle infrazioni e delle relative sanzioni.

Le disposizioni di cui ai suddetti artt. dal 55 al 55-novies costituiscono norme imperative, ai sensi degli artt. 1339 e 1441 del Codice Civile e, pertanto, integrano e modificano le fattispecie disciplinari previsti dal CCNL, comportando l'inapplicabilità di quelle disposizioni incompatibili con quanto indicato dalle suddette modifiche.

La pubblicazione del Codice disciplinare sul sito internet istituzionale dell'Amministrazione, effettuata ai sensi dell’art. 55 - comma 2 - del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i., equivale a tutti gli effetti alla sua affissione all'ingresso della sede di lavoro. Inoltre, a norma dell'art. 54 del D.Lgs. 165/2001 come sostituito dall’art. 1- comma 44 - della L. 190/2012, è stato definito, con D.P.R. 16.04.2013, n. 62 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 04.06.2013, n. 129), il nuovo Codice di comportamento dei dipendenti pubblici che, avendo valenza di codice etico, delinea i doveri minimi di diligenza, lealtà, imparzialità e buona condotta ai quali i pubblici dipendenti sono tenuti ad attenersi nell’espletamento delle proprie funzioni, oltre alle specifiche prescrizioni di legge e ai contratti collettivi.

In vigore dal 19.06.2013, il Codice di comportamento, ai sensi dell’art. 17 - comma 1 - del citato D.P.R., viene diffuso dall’Amministrazione attraverso la pubblicazione sul sito internet istituzionale e nella propria rete intranet.

  • Norme di legge in materia di procedimenti disciplinari: Artt. dal 55 al 55-novies del D.Lgs. 30.03.2001, n.165 (come integrato con modifiche dagli att. 68 e 69 del D.Lgs. 27.10.2009, n.150)
  • Disposizioni disciplinari per il personale non dirigente: Artt. 23 e 24 del CCNL del 6 luglio 1995 (come modificati dal CCNL del 22 gennaio 2004) - art. 3 del CCNL dell’11 aprile 2008 - art. 26 del CCNL del 6 luglio 1995 - artt. 4 e 5 del CCNL dell’11 aprile 2008
  • Norme disciplinari e responsabilità disciplinare per il personale dirigenziale: Titolo II, Capo II del CCNL del 22 febbraio 2010
  • Norme disciplinari e responsabilità disciplinare per il Segretario comunale: Titolo II, Capo I del CCNL del 14 dicembre 2010
  • Codice di comportamento dei dipendenti pubblici: D.P.R. del 16.04.2013, n. 62
     

UBBLICAZIONE AI SENSI DELL’ART. 17 - COMMA 2 - DEL D.P.R. 62/2013 E SECONDO QUANTO PREVISTO DALLA DELIBERA A.N.AC. N. 75 DEL 24.10.2013

In attuazione dell’art. 54 - comma 5 - del D.Lgs. 165/2001 come sostituito dall’art. 1 - comma 44 - della L.  190/2012,  dell’art. 1 - comma 2 - del D.P.R. 62/2013, nonché secondo quanto previsto dal Piano Nazionale Anticorruzione (delibera A.N.AC. n. 72/2013) e dalle Linee guida in materia di codici di comportamento delle pubbliche amministrazioni (delibera A.N.AC. n. 75/2013), con atto deliberativo di Giunta Comunale n. 128 del 16.04.2014, è stato approvato il Codice di comportamento dell’Ente.

In vigore dal 16.04.2014, il suddetto Codice, ai sensi dell’art. 17 - comma 2 - del citato D.P.R., viene diffuso dalla Amministrazione attraverso la pubblicazione sul sito internet istituzionale e nella propria rete intranet.

  • Codice di comportamento e di tutela della dignità e dell'etica dei dipendenti del Comune di Terni


UFFICIO PER I PROCEDIMENTI DISCIPLINARI (U.P.D.)

In attuazione dell’art. 55 bis - comma 4 - del D.Lgs. 165/2001 come introdotto dall’art. 69 del D.Lgs. 150/2009 è stato costituito l’Ufficio per i Procedimenti Disciplinari (U.P.D.) dell’Ente.

  • Deliberazione di Giunta Comunale n. 380 del 20.11.2013