Notizia

Dal Consiglio via libera per il ponte della Maratta-Gabelletta

(Ufficio Stampa/Acot) – Con 17 voti a favore e 8 astenuti il consiglio comunale ha approvato stasera la variazione di bilancio e lo schema di atto di transazione per il completamento del collegamento viario Gabelletta – Maratta. L’atto, che era stato presentato dall’assessore ai lavori pubblici Sandro Corradi, è stato approvato con un emendamento proposto da Michele Pennoni (Pd) con il quale – nel dispositivo della delibera – s’inserisce la specifica che le azioni transattive sono di competenza esclusiva della Giunta. 
Nel suo intervento l’assessore Corradi ha ricostruito tutta la vicenda della realizzazione della bretella, con le difficoltà per la costruzione del nuovo ponte nel tratto conclusivo, iniziate con il rinvenimento di un’area archeologica in strada di Casanova. La soluzione provvisoria trovata rispetto al rialzo del ponte di circa 36 centimetri, passa attraverso la transazione con la ditta che aveva eseguito i lavori e la conseguente variazione di bilancio e per l’impiego di 60mila euro per gli interventi necessari all’apertura del ponte per il transito di mezzi di peso non superiore ai 35 quintali. L’assessore Corradi ha aggiunto di prevedere l’apertura del ponte al traffico, seppure con queste limitazioni, entro il primo mese e mezzo del prossimo anno. Corradi si è detto dispiaciuto di non aver potuto chiudere la questione entro ottobre scorso, come aveva precedentemente previsto, per una serie di difficoltà burocratiche.

Il consiglio, sempre nella seduta di stasera, ha approvato con 24 voti a favore e tre astensioni la convenzione tra il Comune e il Circolo della Scherma Terni per l’utilizzo e la gestione del palazzetto della scherma Waro Ascensioni. L’atto era stato presentato dall’assessore allo sport Emilio Giacchetti che ha ricordato la grande tradizione della scherma ternana, sottolineando come il circolo della Scherma sia l’unico circolo affiliato alla Federazione Italiana Scherma sul territorio. “Questa nuova convenzione per una durata di 25 anni – ha detto Giachetti – consentirà uno sviluppo ulteriore di questo sport, anche attraverso il coinvolgimento delle scuole e la realizzazione di un museo della scherma ternana”. 
Il canone di locazione annuale previsto dalla convenzione è di settemila euro annui, che potrà essere ammortizzato anche attraverso interventi di manutenzione straordinaria concordati tra il Comune e il Circolo. L'atto con la convenzione è stato approvato con un emendamento proposto da Enrico Melasecche.

GLD - Ufficio Stampa/Acot