Notizia

Agenda Urbana: il consiglio approva la nuova convenzione

(ufficio stampa) - E' stato approvato all'unanimità dal Consiglio comunale nella seduta di oggi il nuovo schema della convenzione tra la Regione dell'Umbria e il Comune di Terni per l'attuazione del Programma di sviluppo urbano sostenibile Agenda Urbana – POR Fers Umbria 2014-2020 che stanzia per il Comune di Terni 9 Ml e 743 mila euro di cui il 15% coofinanziato dall'Ente, per interventi di varia natura, tutti rivolti al miglioramento dei servizi al cittadino. Le azioni, trasversali a diverse aree tematiche, vanno dall'efficientamento energetico, ai servizi digitali, dal turismo, alla valorizzazione culturale, passando per l'illuminazione. Il programma ha preso il via nel 2016, quando sono stati scelti ed approvati i progetti da finanziare. Il nuovo schema di convenzione è stato votato all'unanimità anche in seconda Commissione dove è emersa la volontà di dare seguito al programma, pur con qualche perplessità relativa al fatto che si tratta di progetti non scelti dall'attuale Amministrazione. I consiglieri potranno comunque chiedere tutti gli approfondimenti necessari nelle opportune commissioni, approfondendo i temi con i dirigenti degli uffici tecnici che si occupano dei rispettivi progetti. La nuova Convenzione ha recepito delle modifiche migliorative insieme alle normative europee in materia. I Comuni che hanno aderito al programma seguiranno lo stesso schema di convenzione valido per tutti".
L'atto è stato illustrato dall'assessore Enrico Melasecche: “Delibera di pura forma ci adeguiamo a un cambiamento del nuovo schema di convenzione che quindi è uniforme a tutti i comuni della regione. C’è stato un incontro a Palazzo Donini per la valutazione dell’implementazione della smart city, la posizione del comune di Terni non è tra le peggiori ma noi vorremmo migliorare il punteggio. Dobbiamo migliorare sul teleriscaldamento dopo 20 anni siamo al palo, la pubblica illuminazione sta avvenendo in queste ore la gestione diretta per realizzare 1.500 punti luce a led, Terni sta facendo passi in avanti. E’ importante la informatizzazione dei processi burocratici, in maniera che si possa seguire tutti i passaggi in corso onde evitare tempi morti. La macchina comunale non funziona alla perfezione, ci sono problemi dirigenziali e di personale. La convenzione va nel senso dell’efficienza”.