Notizia

Sulla donazione d'organi Terni Comune virtuoso

Sulla donazione d'organi Terni Comune virtuoso


(ufficio stampa) – Nel corso del XXXVII Convegno Nazionale Anusca, che si è svolto dal 27 novembre al 1° dicembre a Bellaria Igea Marina, il Comune di Terni è stato citato come Amministrazione virtuosa per essere stato soggetto attivo del progetto Una scelta in Comune che permette ai cittadini di esprimersi sulla donazione di organi e tessuti al rinnovo del documento di identità ed è stato lanciato nel 2012. Il progetto, che nasce dalla volontà di far crescere la cultura della donazione, cerca anche di semplificare le pratiche burocratiche, andando incontro alle persone che possono così risparmiare tempo, evitando di recarsi presso ulteriori strutture.
Una scelta in Comune – dichiara il sindaco Leopoldo Di Girolamo - rappresenta la nuova modalità di dichiarazione della volontà di donazione di organi e tessuti. Un’azione strategica per il sistema trapianti nel suo complesso che permette di registrare la dichiarazione di volontà, il proprio consenso o diniego alla donazione, firmando un semplice modulo nel momento di rilascio o rinnovo del documento di identità”.
Con Una scelta in Comune, i maggiorenni che rinnoveranno o richiederanno ex novo la carta d'identità, potranno specificare sul proprio documento se consentono o meno alla donazione di organi. Saranno infatti invitati dall'operatore dell'ufficio anagrafe a dichiarare il proprio consenso o diniego alla donazione, sottoscrivendo un apposito modulo. Le informazioni verranno poi trasferite al Sistema informativo trapianti che viene costantemente consultato in caso di bisogno.
“Si tratta di un progetto - prosegue il sindaco - di forte valore etico. I nostri concittadini, al momento del rinnovo della carta d'identità, potranno infatti operare una scelta di grande civiltà, indicando la volontà di donare, o meno, gli organi. Donare gli organi è indice di grande altruismo e sensibilità verso coloro che attendono un organo per sopravvivere e riprendersi la vita".
Dopo quattro anni i risultati sono incoraggianti e soddisfacenti, l'Umbria infatti si conferma come una regione con una spiccata propensione alla solidarietà, a Terni oltre il 97 per cento delle dichiarazioni espresse dai cittadini da il consenso alla donazione (su 7042 dichiarazioni, 6878 sono positive mentre solo 164 negative), a testimonianza dell’efficacia della campagna informativa che è stata diffusa in modo capillare, anche grazie alla collaborazione stretta dei Comuni e dei funzionari degli uffici anagrafe.