Notizia

Digipass Terni: un nuovo modo per accedere ai servizi digitali

Digipass Terni: un nuovo modo per accedere ai servizi digitali

(Ufficio Stampa/Acot) - È stato presentato ieri il nuovo Digipass di Terni, finanziato dalla Regione Umbria con i fondi europei (POR FESR Umbria 2014-2020). Potrà essere utilizzato dai cittadini per ottenere supporto e orientamento nell’utilizzo dei servizi digitali
ll Digipass Terni comprende tre luoghi attrezzati con diverse caratteristiche: il primo si avvale di due facilitatori e s’inserisce, rinnovandolo, nell’Urp/Sportello del cittadino di via Roma, garantendo ai cittadini un supporto gratuito per l'accesso assistito alle opportunità digitali; il secondo è in biblioteca comunale, con una sala destinata prevalentemente per incontri e laboratori per implementare una cultura diffusa sul digitale. Il terzo spazio destinato ai servizi Digipass, a Palazzo Carrara – non ancora attivato - sarà costituito da un Hub con FabLab e coworking per promuovere attività di artigianato digitale a favore di imprese e scuole e dedicato al welfare, all’istruzione e alla formazione continua per la crescita delle competenze digitali.
“Il nostro Digipass è molto particolare – ha detto l’assessore comunale all’innovazione e alla semplificazione della PA Giovanna Scarcia – perché è l’unico Digipass in Umbria diffuso con tre punti collocati in luoghi strategici del centro città. Lo scopo di questo progetto è rendere i cittadini sempre più autonomi nell’accesso ai servizi: ad esempio creare lo Spid, la propria identità digitale, prenotare una visita medica, iscrivere i figli a scuola, consultare un referto online, fare una prenotazione delle prestazioni sanitarie tramite CUP on line, pagare online, trovare informazioni utili in rete, utilizzare i social network”.
“Attività di formazione per docenti – ha specificato l’assessore del comune di Terni alla scuola Cinzia Fabrizi – saranno realizzate da febbraio in Bct, mentre negli spazi di via Carrara verranno organizzati laboratori rivolti agli studenti e garantiti dai docenti formati sui nuovi strumenti digitali”. 
“Questo è un punto di partenza importante – ha detto il sindaco di Terni Leonardo Latini intervenuto alla presentazione – dove contenitore e contenuto dovranno viaggiare di pari passo da qui ai prossimi mesi e ai prossimi anni. Le sfide che la pandemia ci ha messo davanti hanno accelerato processi che rischiano di rendere meno inclusivi alcuni aspetti della nostra vita e alcuni servizi ai cittadini. I Digipass sono strumenti in grado di far sì che molte persone non restino escluse e penso soprattutto alle fasce marginali della popolazione. Ma questo progetto regionale ha ricadute anche su un aspetto culturale perché bisogna ripensare l’accesso e la fruizione di tanti servizi.”
“Luoghi di inclusione ma anche di opportunità – ha evidenziato l’assessore all’innovazione, al digitale e allo sviluppo economico della Regione Umbria Michele Fioroni – in cui le comunità tecnologiche con competenze e profili formativi diversi possano incontrarsi, sperimentare e confrontarsi trasformando il Digipass nel cuore della città che parla di innovazione e che mette in rete soggetti, enti, professionisti, associazioni creando la contaminazione tra le generazioni.”
"Il Digipass  - hanno sottolineato i responsabili tecnici del progetto - ha una visione strategica più ampia che si lega al Piano periferie con un intervento che verrà realizzato nella stazione ferroviaria e nel teatro C dell’ex Centro Multimediale di Terni." 

Il Digipass/Urp è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13; il martedì e il giovedì dalle 15.30 alle 17.30. Il Digipass/Bct è al momento attivo in concomitanza con le iniziative concordate.

SN - Ufficio Stampa/Acot

Galleria fotografica