Notizia

Compostaggio domestico: il Comune fornisce l'attrezzatura

(Ufficio Stampa/Acot) - Il Comune di Terni promuove l’introduzione del compostaggio domestico per la riduzione dei rifiuti organici, incentivandolo e fornendo, nei limiti delle disponibilità e attraverso un bando, delle compostiere in comodato d’uso gratuito.
“Il vantaggio principale per il singolo cittadino – si legge nel bando - è costituito dall’ottenimento, in casa e a costo zero, di un prodotto di altissimo valore fertilizzante, fino al doppio del potere nutritivo dei prodotti chimici in commercio. Il composto è in grado di rendere autosufficiente il terreno dal punto di vista nutritivo e arricchirlo in maniera del tutto naturale. La comunità intera beneficia dell’attività di compostaggio domestico per la riduzione dei costi e delle emissioni nocive legate alla raccolta, al trasporto e alla lavorazione del rifiuto umido”.
Per l'assegnazione delle compostiere è stato emesso un bando: i soggetti destinatari sono tutti i cittadini regolarmente iscritti a ruolo per il pagamento della Tari del Comune di Terni ed in regola con i pagamenti.
L’utente titolare della Tari deve inoltrare, in regime di autocertificazione, domanda di assegnazione di una compostiera domestica.
Le domande formulate tramite la completa compilazione del modello A e corredate dalla copia di un documento di riconoscimento in corso di validità del sottoscrittore del modello, devono essere inoltrate al Comune di Terni attraverso uno dei seguenti canali:
•   via PEC all'indirizzo comune.terni@postacert.umbria.it
•   tramite posta al Dipartimento Qualità Urbana e del Paesaggio del Comune di Terni
•   con consegna diretta all'Ufficio Protocollo

Le domande saranno esaudite in ordine di ricevimento fino ad esaurimento della disponibilità delle compostiere.
I cittadini ai quali verranno fornite le compostiere sono tenuti ad utilizzarle con le modalità descritte nel bando.