Notizia

Scadenza Tari, per le cartelle in ritardo ci sono altri 15 giorni

Scadenza Tari, per le cartelle in ritardo ci sono altri 15 giorni


(Ufficio Stampa/Acot) - Molte cartelle per il pagamento della Tari 2020 stanno arrivando in questi giorni nelle case dei ternani. Come è noto la Tari può essere pagata in un’unica soluzione oppure rateizzata. A causa della pandemia ci sono agevolazioni per alcune categorie e la prima scadenza è stata comunque posticipata per tutti al 30 giugno. Proprio questi cambiamenti hanno causato alcuni ritardi nel recapito delle cartelle stesse. Tuttavia – fa presente l’assessore Orlando Masselli – nelle cartelle è scritto chiaramente che, nel caso in cui i moduli di pagamento siano stati recapitati in prossimità o dopo la scadenza della prima rata (30 giugno), ci sono ulteriori 15 giorni per il pagamento.
“Noto in un certo senso con piacere – dice Masselli – che molti cittadini che evidentemente hanno sempre pagato, si preoccupano di onorare la scadenza e chiedono informazioni in tal senso. Con l’ulteriore proroga di 15 giorni credo che avranno modo di provvedere al pagamento. Spero e auspico che le dilazioni e le facilitazioni, pur in una fase difficile come quella che stiamo attraversando, inducano tutti a compiere il proprio dovere nella consapevolezza che questi versamenti servono a finanziare un servizio fondamentale per l’intera città”.
 

GLD - Ufficio Stampa/Acot