Notizia

Raddoppiato il servizio scuolabus per la Valnerina

Raddoppiato il servizio scuolabus per la Valnerina

(Ufficio Stampa/Acot) – “L’amministrazione comunale e il gestore del servizio di trasporto scolastico, la cooperativa CMT, hanno già predisposto e attivato la soluzione per il raddoppio dello scuolabus a servizio delle famiglie della Valnerina”. Lo comunicano, in una nota congiunta, l’Amministrazione comunale e la società cooperativa CMT.
“Per quel che riguarda il trasporto scolastico – aggiunge l’assessore alla scuola Cinzia Fabrizi - il servizio è attivato su tutto il territorio comunale con regolarità, efficacia, nel pieno rispetto delle norme dedicate e adattandosi agli orari peraltro provvisori delle scuole, condizionati anche dalle prescrizioni di prevenzione Covid”.
“I bisogni o le preoccupazioni di alcune famiglie sono stati affrontati sin dall’inizio, derogando per l’anno scolastico attuale in modo motivato alle norme vigenti, individuando soluzioni operative sostenibili, dedicando incontri specifici con gli interessati, con l’obiettivo del miglioramento continuo del servizio e avendo cura della continuità didattica".
“Le esigenze delle famiglie della Valnerina hanno trovato soluzione non appena il numero delle iscrizioni degli utenti, ad iscrizioni ancora aperte, ha motivato la messa a disposizione di una linea già esistente e quindi di uno scuolabus in più, ciò senza alcun onere aggiuntivo né per il gestore né per la collettività”.
"In questo senso non corrispondono al vero le motivazioni riportate anche da alcuni media locali, rispetto alla necessità di contenimento della spesa a causa del nuovo appalto: le risorse previste coprono infatti ampiamente il chilometraggio necessario per assicurare il trasporto scolastico".
Il nuovo appalto di servizio ha come obiettivo quello della ragionevolezza delle prestazioni e dell’ottimizzazione del servizio, tenendo comunque conto dei bisogni delle famiglie e adeguando il servizio laddove possibile e giustificabile.
"La mancata attivazione inziale del secondo pulmino era da collegare esclusivamente al numero esiguo di iscritti per quella tratta e non alla mancanza di risorse. Nel momento in cui il numero è aumentato superando la capienza massima di un pulmino è stato attivato il secondo pulmino senza alcun problema, in collaborazione con tutti gli interessati, scuole incluse, per la soddisfazione delle famiglie residenti in Valnerina".

GLD - Ufficio Stampa/Acot