Notizia

"Perchè il Comune cancella San Valentino e la Basilica?"

(ufficio stampa) - "Non è  mio costume, nè del gruppo Uniti per Terni al quale appartengo. polemizzare con l'amministrazione Comunale che anzi  - dichiara in una nota il consigliere comunale Valdimiro Orsini - cerco di supportare ogni volta che in ballo ci sono gli interessi di Terni, ma l'aver dimenticato San Valentino è cosa che mi obbliga a intervenire e a chiedere delucidazioni.
In questi giorni in città l'assessorato al Turismo sta divulgando materiale per una breve vista di Terni senza alcun riferimento a San Valentino che non è solo una figura identitaria della nostra città ma è figura internazionale, forse l'unico personaggio di Terni realmente conosciuto in tutto il Mondo. L'assessore al Turismo e i tecnici che lo accompagnano dovranno dunque spiegare perché la scelta di mettere nel dimenticatoio San Valentino che non trova neanche mezza citazione quando si parla della scultura di Kostabi che pure ci era stato spiegato - proprio dall'Amministrazione  Comunale - doveva essere un tributo a Terni città dell'amore, Terni città Valentiniana.
Noto anche che non viene citata neanche la Basilica di San Valentino che è  il monumento per eccellenza legato alla figura del santo protettore degli innamorati.  
È doveroso domandare all'assessore come si possa promuovere Terni, spendendo denaro, senza legarlo al santo che è ricordato e venerato in ogni parte del Mondo.  Che senso abbia diffondere materiale turistico in queste giornate, nelle quali vige purtroppo per l'emergenza Covid, il divieto di spostamento tra regioni.
Domando anche che senso abbiano le parole dell'assessore che sminuisce il valore della Basilica di San Valentino, trattandola da brutto anatroccolo. Siamo pronti ad ascoltare le giustificazioni dell'assessore Giuli e dei suoi tecnici, intanto, fin da subito, chiediamo rispetto per San Valentino, la sua Basilica e la città nel suo complesso. Terni non merita atteggiamenti superficiali e parole così liquidatorie su elementi così importanti del suo essere".

SPA - Ufficio Stampa/Agit