Notizia

A Palazzo Primavera gli Istanti al Femminile

(Direzione Generale/Uff.stampa) - In occasione  dell’8 marzo 2013, il Comune di Terni ha bandito la prima edizione del concorso fotografico nazionale Istanti al femminile: attualità in immagini, che ha  registrato una partecipazione da diverse regioni d’Italia. Scopo del concorso è stato quello di valorizzare il punto di vista delle donne sull’attualità e, allo stesso tempo, quello di porre in risalto il loro ruolo e il loro impegno nella società contemporanea. I lavori della giuria si sono appena conclusi, decretando vincitrice del concorso Maria Teresa Carniti con l’opera: “Anche l’occhio vuole la sua parte!”. Menzione speciale per: Viviana Brustia, con “Madre che guarda al futuro”; Cristina Paesani, con “Maternità”; Cristina Dei Poli, con “Donne in rete”.
Gli scatti pervenuti alla fase finale del concorso saranno oggetto di una mostra che si terrà presso gli spazi espositivi di palazzo di Primavera dall’8 marzo al 14 aprile 2013 e protagonisti di un catalogo che verrà presentato in formato e-book.
L’inaugurazione è prevista per l’8 marzo alle ore 21, contestualmente alla premiazione del concorso.
Gli scatti finalisti, oggetto della mostra Istanti al femminile e del catalogo associato, appartengono a:
Cinzia Abbate, Maria Caterina Bascerano, Renee Base, Letizia Beccarini, Simona Bergamini, Michela Bernini, Cristina Berselli, Paola Blasutto, Viviana Brustia, Maria Teresa Carniti, Loredana Celano, Anna Comi, Dana De Luca, Cristina Dei Poli, Adele Dell’Erario, Michela Facchi, Sara Favargiotti, Pierangela Flisi, Alessia Greco, Vincenza Longo, Loredana Vittoria, Melissa Marchetti, Sheila Maria Marsden, Claudia Messana, Mona Mohagheghi, Alessandra Motti, Cristina Paesani, Luciana Passaro, Francesca Romana Plebani, Valeria Poti, Cecilia Ricciardi, Benedetta Ristori, Federica Rossi, Rosa Sanzone, Francesca Sigilli, Paola Sottanis, Simonetta Sperandio, Francesca Stifani, Anna Veronesi, Giulia Viero, Valentina Vitale, Maddalena Zampitelli, Laura Zanelli.  Tutte le opere in concorso (e quindi anche quelle che non hanno avuto accesso alla fase finale) saranno visibili a rotazione su uno schermo che sarà parte integrante dell’esposizione.