Notizia

A maggio a Terni torna la deflazione

(ufficio stampa) – Secondo il report mensile sull’andamento dei prezzi, elaborato dai Servizi Statistici del Comune, l’inflazione a maggio a Terni è scesa rispetto ad aprile. Dopo quattro anni si torna in deflazione con l’indice che misura la variazione media annua dei prezzi che scende a -0,4%. Prezzi in media più bassi sia rispetto ad aprile 2020 che rispetto a maggio 2019. A condizionare pesantemente questo dato, anche a livello nazionale (-0,1%), è stato il crollo dei prezzi dei carburanti e la diminuzione delle bollette dell’energia elettrica, oltre al fermo dei prezzi di molti beni e servizi a causa del lockdown.
In assoluta controtendenza il rincaro deciso dei prezzi prodotti alimentari e delle bevande cresciuti, rispetto ad un anno fa, in media del 2,2%. La frutta mediamente ha subito rincari di oltre il 6%, valori molto alti se paragonati al -0,4% del dato dell’inflazione media. In forte rialzo anche il prezzo di vini e liquori. I rincari che hanno interessato molti prodotti alimentari non hanno però controbilanciato il forte ribasso dei prezzi di benzina e gasolio che insieme al fermo dei viaggi hanno determinato un deciso calo dell’indice che misura l’inflazione per il capitolo dei trasporti: -1,3% nel solo mese di maggio e -3,6% su base annua.