Notizia

"La consulta giovanile come strumento di ascolto e partecipazione"

(Ufficio Stampa/Acot) – Oggi la giunta comunale su proposta dell’assessore alle politiche giovanili Elena Proietti, ha deliberato la costituzione della consulta giovanile ritenuta “uno strumento di partecipazione del mondo giovanile alla vita, politica e civica del comune”.
“La consulta – spiega l’assessore Proietti - è un organo consultivo del consiglio comunale e della giunta che può presentare proposte inerenti alle tematiche giovanili. Un prezioso termometro del tessuto sociale che costituisce il futuro della nostra città. Porsi in una condizione di ascolto e confronto con i giovani, significa aprire una porta verso una progettazione di città condivisa e rispondente alle esigenze dei suoi abitanti. Visto il terribile momento causato dall'emergenza epidemiologica e che colpisce in particolar modo l'ambito relazionale dei giovani, la consulta può essere un organo di supporto soprattutto quando si riuscirà a ripartire compiutamente”.

 

SN - Ufficio Stampa/Acot