Notizia

"Inutile protagonismo del gruppo Lega"

(ufficio stampa) - In merito alla richiesta del gruppo della Lega di una convocazione straordinaria del consiglio comunale di Terni sull'emergenza Coronavirus sono diffusi due comunicati distinti: una nota dei gruppi consiliari di Senso Civico, M5s, Pd e Terni Immagina e l'altra del gruppio Uniti per Terni. 
"In questi giorni abbiamo evitato - dichiarano in maniera congiunta M5s, Senso Civico, Pd, Terni Immagina -  di chiedere la riunione del consiglio comunale per ricevere informazioni rispetto alla gestione delle istituzioni locali dell'emergenza coronavirus. Lo abbiamo fatto per senso di responsabilità. Per lasciare il sindaco libero di lavorare al meglio per la città. Oggi vediamo che la Lega irresponsabilmente richiede la convocazione del consiglio comunale per proporre un atto meramente simbolico di richiesta al Governo di disporre la chiusura di tutte le attività ad esclusione di quelle legate a servizio essenziali, cosa che peraltro il governo ha già adottato con l'ultimo decreto.
Ferme restando le diverse visioni politiche ed un confronto che non cessa, anche a tutela della normalità che oggi è speranza, tutti i consiglieri comuinali di minoranza si rimettono nelle mani del sindaco per i provvedimenti di sua competenza. 
Provvedimenti che in parte potrebbero essere presi dalle autorità locali e di cui siamo pronti a condividere la responsabilità politica, per la tutela della salute di tutti.
Ci riferiamo soprattuttto ad ulterioriri proposte di tutela dei lavoratori, ci riferiamo in particolare a quei lavoratori che stanno in sciopero proprio per questi problemi.
Nel frattempo consigliamo a chi vive a Roma di imparare dalle minoranze democraticamente elette nel consiglio comunale di Terni come si sta responsabilmente all'opposizione.
La città non necessità di commissari politici e soprattutto in questo frangente tali figure devono imparare a farsi da parte, essendo in carica un sindaco con ampi poteri previsti dalla legge, che in primis ha l'enorme peso di essere il primo responsabile della salute dei cittadini.
Un sindaco - conclude il comunicato di M5s, Senso Civico, Pd, Terni Immagina  - che in questa fase può contare  sul sostegno di tutte le forze politiche, speriamo anche della sua, la Lega".

"Non è il momento di fare polemica - dichiara in una propria nota il gruppo Uniti per Terni - la politica tutta deve sostenere le misure che sono state decise dal governo. Non è il momento di inutili protagonismi, spetta al  governo, di concerto con le regioni e su indicazione degli organismi tecnico-scientifici, decidere le misure restrittive per contrastare la diffusione del coronavirus. 
Come così predisposto dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. 
Riteniamo pertanto  del tutto inutile la convocazione straordinaria del consiglio comunale di Terni proposta dal gruppo consiliare della Lega". 

SPA - Ufficio Stampa/Agit