Notizia

Centri estivi: "Importanti semplificazioni nell'ordinanza regionale"

Centri estivi:

(Ufficio Stampa/Acot) - "L’ordinanza regionale per l’apertura dei centri estivi ha introdotto una importante semplificazione rispetto alle linee guida nazionali per l’apertura dei centri rivolti ai ragazzi dai 3 ai 17 anni". Lo dichiara l'assessore alla scuola Cinzia Fabrizi.
"I centri estivi - sottolinea l'assessore Fabrizi - potranno essere attivati previa presentazione del progetto al Comune e alla ASL, ma non sarà necessario attendere l’autorizzazione". 
"Il progetto dovrà tener conto rigorosamente delle linee guida nazionali e della ordinanza regionale e dovrà essere corredato dalle adeguate delle autocertificazioni. Al Comune e alla autorità sanitaria spetta il compito di controllare e di sospendere l’attività nel caso di mancanza dei requisiti previsti".
L’adozione di questa ordinanza ha completato il quadro di regolamentazione dei centri estivi. 
Il Comune di Terni si era già dotato della commissione deputata ad analizzare i progetti. "Finalmente - conclude l'assessore Cinzia Fabrizi -  dopo un periodo veramente lungo di isolamento i ragazzi e i bambini potranno ricominciare a stare insieme e a svolgere attività che sono fondamentali per la loro crescita. Speriamo di poter aprire a settembre anche le attività scolastiche garantendo a tutti la frequenza della scuola".

Linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini ed adolescenti nella fase 2 dell’emergenza COVID-19 

ORDINANZA DELLA PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE - 05 giugno 2020, n. 30  - Centri estivi - Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19

GLD - Ufficio Stampa/Acot