Notizia

Accordo di programma per il centro nautico di Piediluco

(ufficio stampa) -  Il Consiglio comunale ha ratificato con 22 sì e 9 astensioni, nella seduta telematica di questo pomeriggio, l’adesione all’Accordo di Programma per la realizzazione degli interventi necessari all’ammodernamento delle strutture del Centro Nautico di Piediluco Paolo D’Aloja. Tali interventi si inseriscono nei programmi per lo sviluppo turistico-economico promossi d’intesa tra la Regione Umbria, il Comune di Terni e la Federazione Italiana di Canottaggio.
Il finanziamento del programma di valorizzazione del Centro - circa 800 mila euro -  è stato sostenuto dalla Regione Umbria, dalla Fondazione Carit e dalla Erg, dando attuazione alle intese intercorse con il Comune e definite ad aprile 2019 con la stipula del Protocollo d’intesa tra il Circolo Canottieri Piediluco e i soggetti citati, che ha demandato la progettazione e l’attuazione degli interventi allo strumento dell’accordo di programma.
Con l’accordo i soggetti pubblici interessati alla realizzazione dell’opera si impegnano espressamente a svolgere il coordinamento delle azioni, a snellire le procedure per l’ottenimento di ogni autorizzazione, a determinare tempi certi per la realizzazione del progetto, nel rispetto di un cronoprogramma che prevede entro ottobre 2020 la progettazione esecutiva, entro dicembre 2020 l’affidamento dei lavori, ed entro il 2021 l’esecuzione.
La ratifica dell’adesione all’Accordo da parte del Consiglio comunale deve avvenire entro 30 giorni, a pena di decadenza, e comporta la variante allo strumento urbanistico rendendo l’approvazione del progetto definitivo conforme alle previsioni del Prg.
L'atto è stato illustrato dall'a​ssessore al Lavori Pubblci Benedetta Salvati: “E' la ratifica dell'accordo di programma per il miglioramento del centro nautico di Piediluco. Nel 2019 avviene la stipula del protocollo tra Regione, la Fondazione Carit, la Fic, il circolo canottieri Piediluco e l’Erg. Il comune non ha potuto subito approvare lo studio di fattibilità perché non conforme con lo strumento urbanistico. Lo studio di fattibilità quindi è stato modificato. In estate la conferenza di servizi preliminari, con la conferenza decisoria a settembre che ha approvato il progetto definitivo, poi validato dalla regione. L’accordo di programma va ratificato dal consiglio comunale per la sua valenza di pubblica utilità che contribuirà a renderlo conforme a tutti gli strumenti urbanistici. La progettazione esecutiva avverrà entro la fine del mese”.
Il consigliere del Pd Francesco Filipponi ha detto: "Rispetto alla delibera riguardante i lavori presso il centro federale di canottaggio ricordiamo che già nel 2019 avremmo dovuto impegnare i fondi, derivanti dai canoni idrici. Abbiamo quindi perso gli 800 mila euro dello scorso anno. Ciò è dovuto al ritardo di circa due mesi con cui il sindaco Leonardo Latini si è presentato alla firma del protocollo di intesa che dovrebbe consentire di adeguare, per  il centro federale di canottaggio di Piediluco agli standard internazionali. Il sindaco, con quello  sgarbo istituzionale che non ha riscontri nella storia di Terni, ha causato la perdita dei fondi 2019. Prendiamo atto che i fondi derivano dalla legge regionale 2016 approvata dal centrosinistra che alcuni hanno criticato, di cui oggi beneficiano sia negli importi sia nelle modalità”