Primo Piano

Covid-19: provvedimenti e numeri

Covid-19: provvedimenti e numeri

(ufficio stampa) -   Il sindaco del Comune di Terni Leonardo Latini ribadisce tutte le disposizioni dei decreti della presidenza del Consiglio dei ministri che fissano misure per contrastare l’emergenza Coronavirus.
Il nuovo decreto, quello del 1 aprile, rimanda a numerose disposizioni dei decreti del 22 marzodell’11 marzo,  del 10 marzo e dell'8 marzo.  

Il sindaco Leonardo Latini sottolinea che il senso delle misure è quello di limitare al massimo gli spostamenti, quale elemento di contrasto efficace alla diffusione del virus, quale elemento di tutela della salute di ogni persona e in particolare della fasce della popolazione che potrebbero avere maggiori ripercussioni dal Coronavirus, quali le persone anziani o afflitte da patologie rilevanti. 

Sono sospese fino a lunedì 13 aprile compreso: 

tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell’allegato 1 al Dpcm 22 marzo 2020;

le attività di ristorazione fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie;

i servizi alla persona fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti, ad eccezione delle lavanderie e dei servizi di pompe funebri;

le attività nelle scuole di ogni ordine e grado  

I servizi educativi per l’infanzia di cui all’art.2 dlgs 65.2017;

i congressi e i convegni; 

gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici e privati;

le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, all'interno degli impianti sportivi di ogni tipo; 

le attività di palestre, piscine, dei centri sportivi, culturali, ricreativi, sociali;

gli spettacoli e le manifestazioni di qualsiasi natura, sia pubblici che privati;

le cerimonie civili e religiose, comprese quelle funebri;

le discoteche; scuole di ballo; sale scommesse, giochi e Bingo; 

l’apertura dei musei; delle biblioteche; delle aree archeologiche; dei luoghi espositivi pertanto a Terni sono chiusi anche la Bct, il Caos, il Teatro Secci, Palazzo di Primavera, Carsualae, l’area della Cascata.  

Sono vietati fino a lunedì 13 aprile compreso:

-gli spostamenti, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso rispetto a quello in cui attualmente ci si trova, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza, o per motivi di salute, che andranno comunque autocertificati

-ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico

Sono consentite:

- le attività professionali non sono sospese e restano ferme le previsioni di cui all’art.1, punto 7, Dpcm 11 marzo 2020

- le attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività di cui all’allegato 1 al Dpcm 22 marzo 2020

- i servizi essenziali e le attività che erogano servizi di pubblica utilità, previa comunicazione al Prefetto

- le attività di produzione, trasporto, commercializzazione e consegna dei farmaci, tecnologia sanitaria e prodotti agricoli e alimentari

- ogni attività funzionale a fronteggiare l’emergenza

- le attività degli impianti a ciclo produttivo continuo, previa comunicazione al Prefetto

- le attività dell’industria dell’aerospazio e della difesa, e le altre attività di rilevanza strategica per l’economia nazionale, previa autorizzazione del Prefetto

Rimangono aperti, quindi, e continueranno ad essere in funzione:

  • tutti i supermercati e i negozi di generi di prima necessità, senza restrizioni di giorni e orari
  • farmacie e parafarmacie
  • servizi bancari, postali, assicurativi, finanziari
  • tutti i servizi essenziali come i trasporti
  • le attività accessorie e funzionali a quelle essenziali
  • le attività produttive rilevanti per la produzione nazionale
  • al di fuori delle attività essenziali è consentito soltanto il lavoro in modalità smart working

 

Fino a nuovi provvedimenti sono sospese le visite ai cimiteri e sono chiusi i parchi pubblici

Tra le numerose disposizioni della presidenza del consiglio dei ministri il sindaco sottolinea la raccomandazione alle persone anziane o affette da patologie croniche ad evitare  di uscire dalla propria abitazione ad eccezione dei casi di stretta necessità e ad evitare altresì i luoghi affollati.

Per quanto attiene la richiesta di prestazioni sanitarie si rammenta che le persone che hanno sintomi potenzialmente riconducibili al Coronavirus devono utilizzare esclusivamente le procedure telefoniche.   

Chiunque  a partire dal 14° giorno antecedente alla data di pubblicazione del precedente decreto, quello dell’ 8 marzo, abbia soggiornato nelle zone a rischio epidemiologico, compresi i comuni italiani ad alto rischio, DEVE comunicarlo al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria, pertanto i numeri per il territorio del comune di Terni sono: 0744 204345, 204335, 204330, servizio di igiene e sanità pubblica, viale Bramante 37 Terni, mail: luisa.valsenti@uslumbria2.it, vincenzo.patavino@uslumbria2.it, marialaura.proietti@uslumbria2.it

Sia il ministero della Salute http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus che la regione dell’Umbria http://www.regione.umbria.it/coronavirus hanno attivato appositi spazi informativi online sulla emergenza in corso. Sul sito del ministero anche le risposte del Governo alle domande più frequenti relative al decreto#IoRestoaCasa e le risposte sulle misure per le persone con disabilità.

il Comune di Terni, su indicazione del sindaco, ha attivato il numero verde 800 737073 (orario 8-12 16-20) che prevede due canali telefonici: 1) Protezione Civile per informazioni e assistenza alle persone non soggette a provvedimenti inerenti il Covid-19; 2) Welfare assistenza alle persone con provvedimenti inerenti il Covid-19: isolamento per chi è risultato affetto dal virus, isolamento fiduciario per chi è in quarantena.  

Per quanto attiene ai Servizi sociali, il comune di Terni ha attivato un numero telefonico 0744 549370  e una mail direzionewelfare@comune.terni.it per qualsiasi comunicazione, informazione o assistenza, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13 e dalle 14 alle 17.30. Il numero è a disposizione sui  servizi messi a disposizione dalle associazioni di volontariato.

 

DOCUMENTI SCARICABILI:

DECALOGO DELL'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ
DPCM 1 marzo 2020
DPCM 8 marzo 2020
DPCM 10 marzo 2020
DPCM 11 MARZO 2020
DPCM 22 MARZO 2020 - Allegato 1
DPCM 1 APRILE 2020 
CIRCOLARE MINISTERO DELL'INTERNO DPCM 22 MARZO
ORDINANZA MINISTERO DELLA SALUTE DI CONCERTO CON MINISTERO DELL'INTERNO 22 MARZO
ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 febbraio 2020
ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 4 marzo 2020
ORDINANZA SINDACO DI TERNI_SOSPENSIONE PROVVEDIMENTI LIMITATIVI DEL TRAFFICO
ELENCO SERVIZI OFFERTI DALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO
PROTOCOLLO OPERATIVO DI SICUREZZA PER LA CONSEGNA DI FARMACI/BENI PRIMA NECESSITA'
NUOVO MODELLO DI AUTODICHIARAZIONE PER GLI SPOSTAMENTI DPCM 26 MARZO 2020

SPA - Ufficio Stampa/Agit

Galleria fotografica