Primo Piano

Stagione di prosa 2017-2018

Stagione di prosa 2017-2018

 

(ufficio stampa) - Presentato questa mattina il cartellone degli appuntamenti della Stagione di Prosa del Teatro Stabile dell’Umbria 2017-2018 e dell’assessorato alla Cultura che andrà in scena al Secci da metà ottobre a metà marzo.
Undici gli spettacoli, di cui 9 di prosa e due di danza, per una offerta particolarmente ricca e di qualità. Apre la stagione Ottavia Piccolo, il 12 ottobre, con Occident Express scritto da Stefano Massini, a cura della stessa Piccolo e di Enrico Fink con l’Orchestra Multietnica di Arezzo che vede l’attrice protagonista di una storia vera, quella di una donna anziana di Mosul in fuga attraverso i Balcani con la nipote di 4 anni ; chiude  Lucilla Galeazzi giovedì 15 marzo con Il Fronte delle donne, per la regia di Maria Rosaria Omaggio, spettacolo che svela il ruolo delle donne durante il conflitto del ’15-18. Le scene del Secci saranno poi calcate da attori di primissimo piano come Sergio Rubini e Giovanni Veronesi, protagonisti di A ruota Libera in scena il 24 e il 25 ottobre. Livia Ferracchiati presenta martedì 31 ottobre Stabat Mater, spettacolo presentato in prima assoluta alla biennale di Venezia. A novembre, Emanuele Aldrovandi e Pietro Babina portano in scena Il Libro di Giobbe, spettacolo che ne rivisita la storia in chiave moderna. A dicembre sarà la volta di Ascanio Celestini impegnato in Pueblo e Marina Massironi in Ma che razza di Otello. Il nuovo anno si apre con la compagnia Opus Ballet in scena il 12 e il 13 gennaio, per poi presentare lo spettacolo fuori abbonamento Sempre di domenica.
Il Giuramento di Claudio Fava per la regia di Ninni Bruschetta racconterà giovedì 1 e venerdì 2 febbraio, la storia di Mario Carrara, docente che nega, durante il regima fascista di aderire al giuramento di fedeltà al duce. Marco Plini, regista di origini ternane porta in scena sabato 17 e martedì 20 febbraio, Coriolano di William Shakespeare, mentre venerdì 2 marzo e sabato 3 lo Spellbound Contemporary ballet, porterà all’attenzione il Rossini Ouvertures.I biglietti - il cui prezzo è rimasto invariato rispetto al 2016, rimanendo a 21 euro per il biglietto intero in platea, e in 18 per il ridotto sempre in platea, in 15 euro per il biglietto intero in tribuna e 12 euro per il ridotto - saranno in vendita dal 17 ottobre al botteghino centrale del Caos,  on line all’indirizzo  www.teatrostabile.umbria.it.
E’ previsto anche un abbonamento scuola per 4 spettacoli al costo di 25 euro ed un last minute università per un costo di 10 euro.
“La Stagione di Prosa 2017-2018 - dichiara l’assessore alla Cultura Tiziana De Angelis - presenta un calendario di qualità che mantiene prezzi accessibili a tutti.
Questa scelta risponde all’esigenza di invogliare i ragazzi che da anni, grazie al lavoro di formazione che si svolge con la scuola, rispondono con entusiasmo alle proposte teatrali.
A Terni c’è una alta percentuale di abbonamenti, circa 8.000 spettatori a stagione, segnale questo, che la città ha un pubblico che risponde in modo forte e riconferma, anno dopo anno la fiducia nei programmi teatrali proposti dal Teatro Stabile dell’Umbria, realtà solida e strutturata. Trovare anche risposte fresche da parte di pubblici giovani e attenti, che apprezzano il valore ed il fascino del teatro, è frutto delle offerte proposte ma anche dell’impegno che tanti docenti mettono nell’avvicinare i giovani al Teatro.  L’attenzione da parte dei giovani – conclude l’assessore - mostra l’apprezzamento da parte di questi ultimi di offerte culturali diverse da quelle digitali e trovano conferme negli investimenti delle politiche culturali sulla formazione di un pubblico giovanile”.

Galleria fotografica