Servizi

Separazioni consensuali e divorzi

Richiesta congiunta di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio

L’art. 12 della Legge n. 162/2014 prevede, a decorrere dall’11/12/2014, la possibilità per i coniugi di comparire direttamente innanzi all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune per concludere un accordo di separazione, di divorzio o di modifica delle precedenti condizioni di separazione o di divorzio. L’assistenza degli avvocati difensori è facoltativa.

Le disposizioni di cui all’Art.12 NON si applicano in presenza di figli minori o figli maggiorenni portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti; in ogni caso l’accordo non potrà contenere patti di trasferimento patrimoniale.
Al fine di promuovere un’adeguata riflessione sulle decisioni in questione, la citata disposizione ha previsto due passaggi dinanzi all’Ufficiale di Stato Civile a distanza di almeno 30 giorni l’uno dall’altro; nel primo i coniugi dichiareranno la concorde volontà di volersi separare o di voler divorziare, nel secondo confermeranno la volontà stessa e si procederà all’iscrizione dell’atto della ratifica dell’accordo nei registri di Stato Civile.
Al momento della sottoscrizione dell’atto contenente la conclusione dell’accordo, è previsto un diritto fisso non superiore a 16.00 euro, importo corrispondente all’imposta fissa di bollo, prevista per la pubblicazione di matrimonio ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n.642.   

Tale diritto fisso potrà essere pagato tramite bonifico bancario sul conto Tesoreria del Comune di Terni presso Unicredit S.p.a IBAN IT80C0200814406000040454881 o con pagamento sul c/c postale n. 10356053 intestato a “Comune di Terni Servizio Tesoreria Entrate Diverse” indicando in entrambi i casi la causale del versamento (Diritto fisso Separazioni e Divorzi).


Competente a ricevere l’accordo è il Comune di:

  • Iscrizione dell’atto di matrimonio (comune dove è stato celebrato il matrimonio);
  • Trascrizione dell’atto di matrimonio celebrato con rito concordatario/religioso o celebrato all’estero;
  • Residenza di uno dei coniugi.

Competente a ricevere l’accordo è il Comune di: (comune dove è stato celebrato il matrimonio);;

Note:

Per ulteriori informazioni contattare i seguenti numeri telefonici:

0744/549275 - 0744/549258

Ufficio Competente