Servizi

Agibilità

Agibilità e Dichiarazione che tiene luogo dell’Agibilità

L’agibilità attesta che l'opera realizzata corrisponde al progetto comunque assentito, dal punto di vista dimensionale, della destinazione d'uso e delle eventuali prescrizioni contenute nel titolo abilitativo o negli atti di assenso o autorizzazioni rilasciate, nonché attesta la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità degli edifici, di risparmio energetico e di sicurezza degli impianti negli stessi installati, valutate secondo quanto dispone la normativa vigente. 
L’agibilità è acquisita con riferimento ai seguenti interventi: 
a) nuove costruzioni limitatamente a quelle di cui all'articolo 7, comma 1, lettera e), numeri 1) e 5) della L.R. 1/2015; 
b) ristrutturazione edilizia ed urbanistica; 
c) modifica delle destinazioni d'uso e delle attività. 
Per gli altri interventi tiene luogo dell’agibilità una dichiarazione (art. 137, comma 3,  L.R. 1/2015) sottoscritta congiuntamente dal direttore dei lavori, e, per presa visione, dall'intestatario del titolo abilitativo attestante la rispondenza delle opere realizzate rispetto al progetto. La dichiarazione è presentata al SUAPE entro novanta giorni dall'ultimazione dei lavori ed è corredata, ove necessario, dalla documentazione comprovante l'avvenuta iscrizione al catasto e la conformità alla normativa tecnica di cui alla parte seconda del D.P.R. n. 380/2001. 
Si allegano i modelli relativi all’Agibilità (MOD AG) e della Dichiarazione (MOD. Dag).
 

Riferimenti legislativi:

Art. 137, comma 2, e art. 138 L.R. 1/2015

Scarica Moduli

Ufficio Competente