Referendum Costituzionale di domenica 4 Dicembre 2016

LO SPOGLIO IN DIRETTA

Voto elettori residenti temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche e dei familiari conviventi

Con legge 6 maggio 2015, n. 52 è stato previsto il voto per corrispondenza degli elettori temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche e dei loro familiari conviventi.
Il diritto di voto per corrispondenza nella circoscrizione estero viene riconosciuto, previa espressa opzione valida per un’unica consultazione, agli elettori italiani temporaneamente all’ estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data della consultazione elettorale, nonché ai familiari con loro conviventi.
L’opzione deve pervenire entro il 2 novembre 2016 e può essere inviata:
per posta, per telefax, per posta elettronica anche non certificata oppure recapitata a  mano al Comune anche da persona diversa dall’interessato.

Scarica il modello

FAX: 0744 403799
EMAIL: mariolina.canali@comune.tr.it
PEC: comune.terni@postacert.umbria.it

VOTO DEGLI ELETTORI FUORI RESIDENZA A CAUSA DEI RECENTI EVENTI SISMICI

In occasione del referendum costituzionale di domenica 4 dicembre 2016, gli elettori temporaneamente alloggiati in comuni diversi da quelli di residenza a causa dei recenti eventi sismici, possono esercitare il diritto di voto nel comune di dimora in base al DL n. 205 del 11/11/2016.
Gli elettori debbono far pervenire, entro il quinto giorno antecedente la votazione (29 novembre 2016), apposita domanda al Sindaco chiedendo di esercitare il diritto di voto.
Alla domanda va allegato:

  • Copia del documento di identità;
  • Copia della tessera elettorale o dichiarazione di suo smarrimento

Si allega modulo della domanda

Opzione degli elettori residenti all’estero per esercitare il diritto di voto in Italia: termini e modalità (artt. 1, comma 3, e 4 della legge n. 459/2001; art. 4 del D.P.R. n. 104/2003)

Il diritto di optare per il voto in Italia degli elettori residenti all’ estero, deve essere esercitato entro il decimo giorno successivo all’indizione del referendum – intendendo riferito tale termine alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto di indizione - e cioè entro il prossimo 8 ottobre 2016 .
L’opzione dovrà  pervenire all’Ufficio Consolare operante nella circoscrizione di residenza dell’elettore (mediante consegna a mano o per invio postale o telematico, unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento d’identità del sottoscrittore) entro il termine suddetto e può essere revocata con le medesime modalità entro gli stessi termini previsti per il suo esercizio.
Qualora l’opzione venga inviata per posta, l’elettore ha l’onere di accertarne la ricezione, da parte dell’ufficio Consolare, entro il termine prescritto.
Si ribadisce che eventuali opzioni effettuate in occasione di precedenti consultazioni politiche o referendarie non hanno più effetto.

Scarica il modello

Rinnovo tessere elettorali
Per ottenere la nuova tessera, l’elettore dovrà esibire all’impiegato dell’Ufficio elettorale la vecchia tessera per dimostrare l’esaurimento dei 18 spazi previsti per la vidimazione e un documento di riconoscimento. La tessera può essere rilasciata anche per i familiari conviventi, purché il richiedente presenti apposita delega a firma del titolare della tessera scaduta, che dovrà anche essere esibita, oltre ad un documento di riconoscimento della persona che ha firmato la predetta delega.
L’ufficio elettorale sarà aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì: la mattina dalle ore 9,00 alle 12,30 e il martedì e il giovedì dalle 15,30 alle 17,00.

Delega per il ritiro della tessera elettorale

VOTO DOMICILIARE
Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile, anche con l’ausilio del servizio di trasporto pubblico organizzato per portatori di handicap di cui all’art. 29 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.
Per poter fruire di detta opportunità, è necessario far pervenire, al Sindaco del Comune nelle cui liste l’elettore risulta iscritto, nel periodo intercorrente tra il quarantesimo e il ventesimo giorno antecedente la data della votazione ( dal  25 ottobre  al   14 novembre  2016):
a) una dichiarazione, in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano e recante l’indicazione dell’indirizzo completo di questa, allegandovi copia della tessera elettorale e del documento di identità in corso di validità;
b) un certificato rilasciato dal funzionario medico designato dall’ASL in data non anteriore al quarantacinquesimo giorno antecedente la data della votazione che attesti l’esistenza delle condizioni di infermità di cui in premessa con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni della dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali. Ove sulla tessera elettorale dell’elettore non sia già inserita l’annotazione del diritto al voto assistito il certificato deve attestare l’eventuale necessità di un accompagnatore per l’esercizio del voto.
Ogni ulteriore informazione e ogni aiuto per fruire di tale opportunità potranno essere chiesti a questo ufficio elettorale,   tel.     0744 549272 – 0744 549269 – 0744 549262.

Scarica il modello

 



 Il Comune Aree TematicheLink »

Accade in città

«Febbraio 2017»
LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728     

Sportello
del Cittadino

Ufficio Relazioni con il Pubblico



Uffici Comunali
Contatti e orari

Comune di Terni - Modulistica
SUAPE
PrendoParte - Portale di partecipazione creativa del Comune di Terni
Europe Direct Terni
TERNI SENZA FILI
Migliora la tua città - Chiama il numero verde