Notizia

Videosorveglianza fuori dalle scuole, via libera dal Ministero

Videosorveglianza fuori dalle scuole, via libera dal Ministero


(Ufficio Stampa/Acot) - Il Ministero dell’Interno ha approvato il progetto elaborato dal Comune di Terni in collaborazione con la Prefettura di Terni nell’ambito del Protocollo d’intesa, Scuole sicure 2019-2020 per le telecamere esterne di sicurezze nelle scuole ternane. Il contributo erogato dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza per tutti i capitoli di spesa, ammonta a circa 46mila euro.
“Con la sottoscrizione del protocollo – spiega l’assessore alla scuola, Valeria Alessandrini – Comune e Prefettura regolano i rispettivi e reciproci impegni in relazione all’attuazione dell’iniziativa finalizzata alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici. Voglio ringraziare il Prefetto Paolo De Biagi per aver collaborato insieme al mio assessorato e agli uffici competenti e il Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, per il suo lavoro quotidiano a tutela della sicurezza di bambini e dei ragazzi". 
"Una scuola sicura è una scuola che guarda con serenità e fiducia al futuro, punto di rifermento per interi quartieri, che collabora con associazioni ed enti, che sviluppa progetti legati allo sport, all’ambiente, l’innovazione, il sociale e la cultura, che elabora idee e attività fuori dalle sue mura. L’installazione di telecamere rappresenta solo un punto di partenza e non di arrivo per il mio assessorato. Da qui si parte per ripensare anche il modo di fare didattica negli istituti di Terni ad ogni livello, attraverso progetti di innovazione digitale e di e-learning, ovvero migliorare la qualità dell'apprendimento attraverso l'uso delle tecnologie multimediali e di internet, ma non solo".
"Terni - conclude l'assessore Alessandrini - deve ripartire dalla scuola, dai nostri ragazzi, dal loro entusiasmo e dal diritto che hanno di vivere la città, senza paura, senza pericoli".

GLD - Ufficio Stampa/Acot