Notizia

Terni on: oltre 60 le domande presentate

Terni on: oltre 60 le domande presentate

(ufficio stampa) – Lunedì scorso è scaduto il termine per la presentazione delle domande di partecipazione alla manifestazione Terni on, prevista per il 29 e il 30 settembre. Al protocollo del Comune sono pervenute, da parte degli operatori economici della città, 65 richieste che questa mattina, in un tavolo di lavoro allargato ai rappresentanti delle associazioni di categoria, i tecnici del Comune e gli assessori al Commercio Stefano Fatale e alla Cultura Andrea Giuli, sono state oggetto di una prima valutazione.
“Un numero così elevato di domande – dichiara l’assessore al Commercio Stefano Fatale -  superiori di un abbondante 30% rispetto alle richieste dello scorso anno, sono un gran risultato al quale sapevamo di poter puntare, facendo leva sulla Terni che ha voglia di fare e di proporsi. Ora stiamo valutando e costruendo un quadro di insieme per evitare possibili sovrapposizioni di luoghi e ottimizzare la gestione complessiva dell’evento. Da una prima analisi risultano poche criticità, facilmente risolvibili, relative ad alcune piazze del centro. Il prossimo step sarà valutare, caso per caso, il rilascio dell’occupazione del suolo pubblico integrandola con le richieste, per altre iniziative, avanzate precedentemente, e la chiusura al traffico delle vie interessate dalla manifestazione".
"Sulla base dell’esperienza delle passate edizioni  – prosegue l’assessore - è stato possibile stimare che un 10 % circa delle richieste potesse provenire da privati che vogliono sponsorizzare la propria azienda utilizzando spazi espositivi disponibili a pagamento, perciò, a partire da quest’anno, abbiamo deciso di predisporre un Piano delle sponsorizzazioni per disciplinare stabilmente, in maniera organica, questa fattispecie. Ovviamente, ci stiamo adoperando anche per garantire tutti gli aspetti della sicurezza, procedendo alle necessarie verifiche e cercando di contemperare diverse esigenze, come ad esempio limitare quanto più possibile i problemi alla viabilità. A questo ultimo proposito, ai residenti delle zone interessate da Terni on chiedo uno sforzo di comprensione per i piccoli disagi che una manifestazione di grande richiamo come questa inevitabilmente comporta. Cercheremo di minimizzarli anche con il preciso impegno di anticipare i tempi di emanazione dell’ordinanza che disciplinano orari e divieti di sosta e circolazione per dare modo a tutti di organizzarsi. Mi aspetto, quindi, da parte di tutti, una serena collaborazione che sia funzionale alla manifestazione e, più in generale, alla città”.