Notizia

Per Terni Festival un giardino collettivo al Caos

(Ufficio Stampa/Acot) – In occasione della prossima edizione di Terni Festival, dal 20 al 24 settembre, gli organizzatori, in collaborazione con il collettivo di artisti Mamaza, danno vita ad un giardino temporaneo negli spazi del CAOS ( Centro Arti Opificio Siri). Il giardino – Garden State – sarà creato grazie alla collaborazione di tutti i cittadini di Terni: una grande collezione di piante private che gli artisti raccoglieranno attraverso il porta a porta e che andranno a formare uno spazio, un paesaggo temporaneo, aperto a tutti. Il giardino ospiterà diverse attività: incontri, spettacoli, lezioni di yoga, concerti, la possibilità di incontrarsi e condividere pensieri. "Uno spazio - dichiarano gli organizzatori- ripensato totalmente e offerto alle persone come zona franca da usare e abitare, in cui condividere e sognare insieme. L’idea è ispirato alla storia fantastica di Libertalia, una colonia anarchica fondata in Madagascar alla fine del XVII secolo da pirati dediti a liberare gli schiavi dalle navi in cui erano deportati e che vivevano in comunità in uno spazio esotico e pacifico. Garden State mette insieme l’idea dell’esterno, il giardino, e dell’interno, la sala carroponte".
Il giardino resterà aperto dall’alba al tramonto permettendo a tutti di entrare e uscire godendo dello spazio secondo i propri desideri. Per collaborare alla realizzazione del progetto, gli organizzatori chiedono ai cittadini di affidare al Festival una pianta per una settimana: le piante saranno raccolte e trasportate al Caos il 14 e  il 15 settembre 2017. Gli interessati a partecipare, possono contattare il numero 0744 285946 o mandare una e-mail con titolo GARDEN STATE a organizzazione@ternifestival.it

SN - Ufficio Stampa/Acot