Notizia

Rossi (TC): "Occorrono obiettivi comuni su salute e ambiente"

(Ufficio Stampa/Acot) – In merito ai nuovi dati sullo studio epidemiologico nazionale “Sentieri” e alla vigilia della giornata di confronto e approfondimento tra i rappresentanti delle istituzioni locali e nazionali deputate alla tutela dell’ambiente e della salute organizzata il 14 settembre a Palazzo Gazzoli, il consigliere Michele Rossi, presidente del gruppo consiliare Terni Civica, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Ci sono alcuni luoghi – sostiene Michele Rossi –  dove ci si ammala e si muore più che altrove. E ormai sappiamo dolorosamente che Terni è uno di questi. Spesso prevale il silenzio anche di fronte a questa evidenza ma oggi occorre, con forza e senza alcuna divisione o distinguo, arrivare a promuovere interventi adeguati secondo gli strumenti che la legge mette a disposizione. Interventi diversificati all'interno di un serio e articolato piano di risanamento ambientale".
"Gli ultimi dati su Terni - afferma - urlano di eccessi di patologie e di decessi di origine ambientale. Terni da anni ha conquistato il triste primato di città più inquinata di cromo di tutto il Paese.
L'approccio scientifico, supportato da studi rigorosi e approfonditi come lo studio “Sentieri”, che guida la nuova amministrazione su una così importante e delicata tematica, ci porterà a decisioni nel solo interesse della città e non in base a presunte convenienze economiche o di parte. Un tema così fondamentale per il futuro della città non può ammettere divisioni, atteggiamenti di primogenitura né di esclusività di trattazione né essere oggetto di inutili scontri politici, che ci distraggono dall'obiettivo comune.
Affrontare la criticità ambientale e la governance della città nel segno della sostenibilità è la sfida più importante che ci attende.
Riordinati i conti del malgoverno degli ultimi venti anni, la questione ambientale con la tutela della salute pubblica dovrà diventare prioritaria dell’azione amministrativa e per quanto mi riguarda mi impegnerò affinché questo avvenga."

 

SN - Ufficio Stampa/Acot