Notizia

Raccolta di foto contro la violenza sulle donne

(ufficio stampa) - In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il 25 novembre, la biblioteca comunale e i servizi culturali del Comune di Terni hanno organizzato una serie di iniziative. Una passeggiata di genere sulle tracce di Angela Zucconi e Laura Cipollone, due donne  che hanno dato, con idee e azioni, un enorme contributo alla crescita civile del nostro Paese. A seguire, al caffè letterario della biblioteca, musica e letture per ricordare le donne della nostra città vittime di femminicidio. Contestualmente, sempre in biblioteca, si svolgerà una raccolta fondi per il Cav - Centro antiviolenza - di Terni - attraverso la vendita di fotografie che racconteranno la donna secondo la sensibilità di diversi fotografi. Accanto a un insieme di immagini, già patrimonio del Comune, che verrà destinato all’iniziativa, gli organizzatori promuovono il coinvolgimento diretto della città, invitando fotografi e fotografe a collaborare a questa iniziativa.
Gli interessati, potranno far pervenire una fotografia dedicata al ‘femminile’, stampata su forex, ai Servizi Culturali del Comune di Terni, palazzo Carrara, vico Sant’Agape 1, 05100 - Terni (terzo piano Ufficio Servizi Museali, referenti: Fulvia Pennetti Pennella, Roberta Argenti), entro giovedì 23 novembre. Gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì: 10-13 / 16-17.30
La fotografia, le cui dimensioni potranno liberamente essere scelte dai fotografi, dovrà essere consegnata in una busta insieme all’indicazione del titolo e dell’autore dello scatto.  Le foto consegnate verranno esposte riportando l’indicazione del titolo e del nome del fotografo e  saranno oggetto della vendita di beneficienza.
“Ringrazio quanti si adoperano per celebrare questa importante ricorrenza nel modo che merita, dichiara l’assessore alla Cultura Tiziana De Angelis. La violenza contro le donne è un tema che investe la cronaca quotidianamente, purtroppo, toccando e ferendo la sensibilità di tutti. La drammaticità del fenomeno impone di intraprendere tutte quelle azioni e iniziative utili per contrastare la violenza di genere e, contemporaneamente, diffondere una cultura del rispetto tra i sessi, cercando le risposte più efficaci. C’è ancora molto da fare, ma voglio sottolineare l’importanza di proposte come questa che uniscono a momenti di riflessione, iniziative più concrete a sostegno delle donne vittime di violenza”