Notizia

Pums: fino al 20 agosto le proposte dei cittadini

(Ufficio Stampa/Acot) – Si è svolta questa mattina nella sala videoconferenze della biblioteca comunale di Terni, la conferenza di consultazione pubblica per illustrare le linee e gli obiettivi del Pums-Piano urbano mobilità sostenibile alla luce degli incontri partecipativi che si sono avvicendati in questi mesi.
Sono state anche presentate dagli esperti della Regione, il dirigente del servizio "Valutazione Impatto Ambientale" Sandro Costantini ed il referente su Terni Alfredo Manzi, le linee principali del Rapporto ambientale preliminare utile alla successiva Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.) riguardante piani e programmi che possono avere impatti significativi sull’ambiente e sul patrimonio culturale.
“Si concretizzano le politiche di area vasta della conca ternana – ha evidenziato il vicesindaco Andrea Giuli – che incidono sulla qualità della vita, la tutela ambientale e anche sulla promozione turistica. Un’importante convergenza tra Comune di Terni e di Narni che hanno scelto di collaborare attivamente al Pums come piano di area vasta Terni-Narni Smart Land e la promozione di un polo urbano connesso, intelligente e sostenibile, in cui la mobilità è un aspetto primario per garantire l’effettiva qualità del vivere per i cittadini".
I cittadini e le associazioni interessate avranno tempo fino al 20 agosto per far pervenire i propri contributi in forma scritta, utilizzando l’apposito questionario Allegato III al documento “Specifiche tecnico-procedurali in materia di VAS” anche fornendo allegati, in modalità digitale seguendo le istruzioni riportate all’indirizzo: http://www.va.regione.umbria.it/vas, da compilare e spedire al Comune di Terni o narni a mezzo p.e.c. ( comune.terni@postacert.umbria.it e comune.narni@postacert.umbria.it ), oppure direttamente on line sullo stesso sito web della Regione attenendosi alle istruzioni indicate entro e non oltre le ore 12 del 20708/2019.
Dopo che il piano sarà redatto ci saranno comunque sessanta giorni di tempo per apportare nuove osservazioni.

 

SN - Ufficio Stampa/Acot