Notizia

Pausa archiviata, torna Ephebia Festival

Pausa archiviata, torna Ephebia Festival

(ufficio stampa) - Questo fine settimana, domani e sabato, si potrà assistere a Ephebia Festival, due serate all’insegna della buona musica, nel luogo di socializzazione e aggregazione culturale giovanile Sant’Efebo del quartiere San Valentino, in piazzale Bucciarelli, una realtà in costante ricerca di qualificazione.
“Il Festival è uno dei pilastri del panorama culturale della città - afferma l’assessore alla Cultura Tiziana De Angelis - esempio virtuoso di come si fa cultura. Quando si parla di città l’amministrazione non può mancare, soprattutto quando è coinvolta la periferia. Sono le zone che necessitano di essere più rivalutate e ringraziamo l’associazione Ephebia per ciò che sta mettendo in campo: è una festa di comunità”.
Due palchi, una zona ristoro e la Cittadella della musica, dove artigiani e associazioni del territorio faranno conoscere i loro prodotti. Ephebia torna a San Valentino, nel luogo dove nel 1997 ci fu la prima edizione dell’Ephebia Rock.
“Anche quest'anno, per partecipare ai concerti non sarà necessario il biglietto - dichiara il presidente della associazione Ephebia Federico Madolini – tutti gli spettacoli saranno infatti gratuiti. Ripartiamo dalla periferia e dal luogo che ci ha visto nascere sia come associazione che come festival. Ephebia riscende in campo dopo lo stop dello scorso anno e ci vede sempre più vivi sul territorio per proporre nuove band emergenti oltre a quelle già affermate. Ripartiamo dal quartiere, da una zona periferica per poter parlare alla città. Il posto è più piccolo e limitato, rispetto al bosco di Collerolletta, ma ci attendiamo comunque una bella risposta soprattutto da parte delle persone che abitano nella zona. Saranno due giorni di festa”.
Il festival contiene gli elementi cruciali che consentono la vitalità della musica stessa che non si ferma alla realizzazione degli appuntamenti stessi ma si avvale di un lavoro costante, fatto di attività diversificate, dai concorsi ai concerti, che si protrae per tutto il corso dell’anno, lavoro di cui le serate conclusive sono la parte più evidente e attrattiva.

SPA - Ufficio Stampa/Agit

Galleria fotografica