Notizia

Via a lavori sicurezza scuole: disagi limitati per studenti”

(Ufficio Stampa/Acot) - L’ amministrazione comunale, con la massima sollecitudine possibile, intende utilizzare i fondi posti a disposizione dai vari Ministeri per mettere gradualmente in sicurezza gli edifici scolastici di propria competenza. Gli istituti interessati ai lavori di adeguamento sismico sono quelli della scuola primaria G. Carducci, R. Donatelli (primaria e materna) e Matteotti (primaria).

Per informare famiglie, docenti e personale ausiliario e per concordare una strategia comune che tenga insieme l’estrema urgenza di dare il via ai lavori, con l’obiettivo di non perdere i finanziamenti e altresì di limitare al massimo i disagi per le attività didattiche, gli assessori ai lavori pubblici Enrico Melasecche e alla scuola Valeria Alessandrini, hanno convocato nei giorni scorsi una riunione con i dirigenti scolastici.

 “Gli interventi di adeguamento, che hanno una notevole urgenza, visto che siamo riusciti finalmente ad attivare tramite gare finanziamenti di vari anni orsono – dice l’assessore Melasecche -  comporteranno la necessità di un trasferimento temporaneo degli studenti durante i lavori. Per questo si stanno valutando diverse soluzioni, proprio per evitare di creare intralcio alle attività didattiche, anche attraverso un migliore utilizzo delle aule disponibili in altri edifici".

“Cercheremo  di risolvere le diverse questioni logistiche insieme ai dirigenti scolastici – aggiunge l’assessore alla scuola Valeria Alessandrini – con l’obiettivo di arrecare il minore disagio possibile alle famiglie, evitando che i trasferimenti degli alunni avvengano ad anno scolastico iniziato”.

“Appena completato l’esame delle aule disponibili per i trasferimenti delle classi che dovranno lasciare momentaneamente i loro istituti – aggiunge Melasecche – verranno informate le famiglie, cercando di ridurre al minimo i tempi di apertura dei cantieri. E’ infatti importante non dilazionare troppo i tempi per evitare il rischio di perdere i finanziamenti ottenuti e giungere al più presto ad una rapida soluzione per tutti gli attori coinvolti negli interventi. Non dimentichiamo che il risultato finale sarà di avere finalmente delle scuole adeguate e sicure per i nostri ragazzi”.

GLD - Ufficio Stampa/Acot