Notizia

“La Ternana sia d'esempio e di sprone alla città”

(Direzione Generale/Uff. Stampa) – La Ternana Calcio, rappresentata dal presidente Zadotti, dal direttore sportivo Cozzella, dall'allenatore Toscano e dal capitano Ambrosi, è stata ricevuta ieri pomeriggio dal consiglio comunale. Il sindaco Leopoldo Di Girolamo ha donato a Francesco Zadotti il Thyrus d'oro come riconoscimento non solo per il risultato sportivo raggiunto con la promozione in serie B, ma “per come è riuscito a ricostruire i rapporti con le istituzioni e con la città”.
Un saluto alla società rossoverde e alla squadra è stato rivolto dal presidente del consiglio comunale Giorgio Finocchio che ha sottolineato anche lui come il merito principale della Ternana di quest'anno sia stato proprio quello di aver riavvicinato la città al calcio. Finocchio ha espresso l'auspicio che il risultato sportivo ottenuto sia d'esempio e di sprone per la città.

L'assessore allo sport Renato Bartolini ha poi sottolineato”l'importanza del coinvolgimento di molti ternani in un grande progetto poi risultato vincente”. “La squadra e la società hanno saputo esprimere al meglio l'attaccamento e la vicinanza alla città – ha aggiunto Bartolini - anche attraverso molte iniziative di solidarietà”.  “Sono molti i progetti che stiamo portando avanti – ha concluso l'assessore - per dare modo alla società di crescere ancora di più insieme alla città”.
Il presidente della Ternana Francesco Zadotti, ringraziando il sindaco e il Comune  “che sono stati  tra i primi a darci fiducia consentendoci a settembre di presentare la squadra a palazzo Spada”, ha detto che l'obiettivo prioritario di questa stagione era quello di riportare la gente allo stadio: “è straordinario il fatto che lo abbiamo raggiunto facendo anche i risultati”.
Zadotti si è poi soffermato sull'importanza della crescita del settore giovanile e sulla necessità di strutture che “devono essere create” ed essere all'altezza della Ternana e della città.

Stefano Fatale, anche a nome di Carlo Orsini e Federico Salvati del Pdl ha ringraziato Zadotti e la squadra per l'immensa gioia regalata alla città. “L'entusiasmo attuale speriamo sia utilizzato per superare, nel caso ce ne fosse ancora bisogno, le incomprensioni e le diffidenze del passato, per aprire una nuova pagina nel rapporto tra la Ternana e le istituzioni, nel rispetto rigoroso dei ruoli per una rinnovata comunione d'intenti nell'interesse della città”.
“La Ternana – ha detto poi Riccardo Giubilei (Pd)- aiuta la città a sentirsi comunità. Per questo alla squadra di Toscano va riconosciuto il grande merito di aver riportato l'entusiasmo e la partecipazione intorno ad uno dei simboli più importanti della città”.
Un ringraziamento al patron Longarini, al presidente Zadotti, alla società, all'allenatore Toscano e alla squadra è stato rivolto anche da David Tallarico (PTca) “per aver saputo riaccendere un entusiasmo sopito”.
Giuseppe Boccolini (Psi) ha espresso “un grazie di cuore a Edoardo Longarini”. “Siamo disponibili – ha detto rivolgendosi a Zadotti - ad ascoltare le vostre idee e a portarle avanti nell'interesse di tutti. Grazie per quello che avete fatto e per quello che potremo continuare a fare insieme”.

Enrico Melasecche (Udc) ha ricordato quanto accaduto in passato, in particolare “quando buona parte del consiglio comunale negò l'utilizzo del Liberati alla Ternana dichiarando Longarini nemico della città”. “Noi oggi chiediamo non solo buoni risultati sportivi, ma anche una forte distinzione tra sport e politica, perché se questo non accade – come avvenuto in passato – possono verificarsi situazioni negative e pericolose per la città”. “Ben vengano dunque le iniziative, ma nella piena trasparenza, premiando il merito e gli obiettivi. Longarini è stato fermo nei suoi propositi e ha dimostrato che con la serietà si possono raggiungere tutti i risultati”.
Complimenti per i risultati sportivi e tecnici sono stati rivolti ai rappresentanti della Ternana Calcio anche da Antonio Baldassarre (LB) e da Giocondo Talamonti (FdS) che ha ricordato l'importanza dell'esempio fornito ai giovani da Fabio Pisacane, il giocatore che lo scorso anno rifiutò un'offerta corruttiva.
Leo Venturi (Terni Oltre) ricordando di aver posto in passato  il problema dei rapporti tra società e città, ha sottolineato come invece di questa nuova gestione colpiscano “la pacatezza e la serietà”, segnali importanti non solo per Terni ma per tutto il mondo del calcio

Per Paolo Garofoli (Gruppo Misto) “occorre riportare alla normalità il rapporto tra il Comune, il Consiglio e la società Ternana Calcio, al di là delle vittorie”. Garofoli ha ringraziato la società e la squadra “per il capolavoro compiuto” e per le tante iniziative svolte in città, anche di carattere benefico, esprimendo infine l'augurio che l'allenatore Mimmo Toscano resti anche nella prossima stagione alla guida tecnica della squadra.