Notizia

Io sono cittadino: una questione europea per CinemaGiovani

(Ufficio Stampa/Acot) – CinemaGiovani arriva alla nona edizione ed entra nel vivo da martedì 16 a venerdì 19 gennaio al Caos con laboratori intensivi che coinvolgono circa cento ragazzi di cinque diversi istituti superiori chiamati a confrontarsi sul tema “Io sono cittadino: una questione europea”. “L’intento – spiegano gli organizzatori-  è quello di far riflettere su cosa vuole dire essere un cittadino in una dimensione europea, raccontando il proprio sguardo, le proprie riflessioni attraverso l'ideazione e la realizzazione di un video. I ragazzi, divisi in quattro gruppi, ognuno dei quali coordinato da un tutor, potranno scegliere liberamente la forma linguistica più congeniale per dare voce alle loro idee, spaziando dalla narrazione di fiction all'utilizzo della forma documentaria passando attraverso lo spot, il videoclip, il reportage o altro.”
Nel corso dei quattro giorni di lavoro, rappresentanti del gruppo progettuale di CinemaGiovani, esponenti delle istituzioni, dell'Università e del mondo della cultura forniranno agli studenti spunti di riflessione che permetteranno di declinare il cruciale tema della cittadinanza anche nei suoi aspetti più attuali e contemporanei: primi tra tutti, le pulsioni antieuropee che attraversano il continente, la discussione sullo ius culturae e ius soli.
Venerdì 19 gennaio alle ore 15, in un incontro aperto alla cittadinanza, i ragazzi condivideranno il risultato dell'esperienza laboratoriale attraverso la visione e la condivisione dei quattro video, che di tale esperienza laboratoriale saranno l'esito e avranno modo di confrontarsi con un rappresentante del gruppo di produzione e distribuzione documentaria Zalab fondato da Andrea Segre e Mattia Calore, di cui vedranno, in apertura di lavori, il film documentario IBI.
CinemaGiovani è un'iniziativa organizzata dal Comune di Terni attraverso il Centro Europe Direct Terni , la Direzione servizi educativi e scolastici ed il progetto Cinema e Scuola in collaborazione con AEDE ( Associazione Europea degli insegnanti) di Terni.

SN - Ufficio Stampa/Acot