Notizia

“Il ruolo di Terni in rapporto all’area metropolitana romana”

(Ufficio Stampa/Acot) - Si è svolto ieri a Palazzo Spada, organizzato dalla Direzione Urbanistica su richiesta dell’assessore all’Area Vasta e Pianificazione strategica Enrico Melasecche, un incontro con la Regione Lazio e l’Università Roma Tre, al quale hanno partecipato anche il sindaco Leonardo Latini e l’assessore regionale alle Infrastrutture Giuseppe Chianella.
Nel corso dell’incontro sono stati illustrati i risultati della Ricerca “Roma Regione Capitale”, frutto della prima fase dei lavori dell’Osservatorio urbanistico sul territorio della Regione, derivante dalla convenzione del novembre 2017 tra Direzione Territorio, Urbanistica e Mobilità della Regione Lazio e Dipartimento di Architettura dell’Università degli  Studi Roma Tre, al cui Tavolo tecnico è anche presente il Comune di Terni. 

“Si tratta – spiegano i tecnici – di una ricerca finalizzata all’analisi dei fenomeni e delle dinamiche dell’area metropolitana e con riferimento alle tematiche abitative, economiche ed occupazionali, alla mobilità, alle infrastrutture, al tempo libero”. 

I dati della ricerca confermano la forte e consolidata relazione tra Terni e l’area metropolitana romana, individuando nella direttrice nord di Roma una delle componenti di maggiore dinamicità e vivacità, che proietta l’area metropolitana in una dimensione sovra regionale ben oltre i confini amministrativi. 

Dalla Ricerca emerge come il 75% dell’incremento della popolazione registrato tra il 1951 ed il 2017 abbia trovato collocazione all’interno dell’area metropolitana rispetto al contesto prettamente romano. 

“La competitività delle regioni capitali europee si sta giocando proprio sulla capacità di rafforzare e consolidare le reti territoriali allargate e Terni è considerata parte attiva di questa dinamica”. 

“La volontà dell’amministrazione comunale di Terni di organizzare l’incontro, hanno sottolineato il professor Giovanni Caudo (coordinatore della ricerca), l’architetto Manuela Manetti, e Paolo Marchionne in rappresentanza dell’assessorato all’Urbanistica della Regione Lazio - conferma la bontà dei dati della Ricerca e le potenzialità di un approfondimento congiunto di queste tematiche, nel quadro di un possibile accordo tra le due Regioni, l’Università ed il Comune di Terni”.

Il sindaco Leonardo Latini e l’assessore Enrico Melasecche hanno sottolineato il legame strutturale di Terni con l’area romana ed il proprio impegno per la promozione di politiche d’area vasta finalizzate a consolidare sinergie e potenzialità in tal senso, anche attraverso il coordinamento con altre amministrazioni quali Viterbo, Rieti, Ascoli Piceno. 

L’assessore Melasecche ha fornito la piena disponibilità ad approfondire i temi della ricerca con l’attivazione di una specifica collaborazione attraverso la Direzione Urbanistica, anche al fine di implementare le politiche di Pianificazione Strategica dell’Amministrazione. Ha anche sottolineato la possibilità di finalizzare in tal senso i fondi dell’assistenza tecnica di Agenda Urbana, dedicati ad indagini e approfondimenti proprio sulle tematiche d’area vasta, potendo a tal fine sviluppare una specifica collaborazione con l’Osservatorio. 

“Si è trattato di un incontro importante – ha detto Enrico Melasecche - per porre le basi di un rapporto con la Regione Lazio, anche nell’ottica del ruolo strategico di Terni quale cerniera e snodo nel contesto quadro dell’Italia centrale”.
Anche l’assessore Chianella ha confermato l’interesse della Regione Umbria, sottolineando il forte legame e interazione del sud Umbria con l’area metropolitana,  in relazione al tema delle infrastrutture.

GLD - Ufficio Stampa/Acot