Notizia

“Il consiglio comunale deve essere informato sul Verdi”

“Il consiglio comunale deve essere informato sul Verdi”

“E’ necessaria – dichiara in una nota il capogruppo di Terni Civica Michele Rossi – quanto prima la convocazione dell’assessore ai  Lavori Pubblici in  1° commissione o meglio ancora in consiglio comunale sulle recenti vicende del Verdi.
E’ più di una settimana che le luci che illuminano la facciata del teatro sono spente. Una situazione che contribuisce ad alimentare  dimenticanza e degrado verso un monumento storico per la città di Terni.
L’assessore Melasecche ha  dichiarato di essere anche aperto alla possibilità di un concorso di idee di portata quantomeno nazionale.  Questo nell’ottica di una progettazione di qualità che vada ben oltre a quella che ho già definito una semplice ‘spasa di sedie’.
Venga dunque a dire a che punto siano le procedure per il concorso di idee esterne e se in tal senso ci siano stati sviluppi significativi.
Avendo saputo inoltre che, al di là della dichiarazione di una progettazione di qualità e di un possibile concorso di idee, l’assessorato ai Lavori Pubblici ha invece proseguito nell’iter di redazione di un proprio studio preliminare, che al momento sarebbe al vaglio della Soprintendenza per i noti vincoli che gravano sulla struttura.  Tutto questo senza alcun confronto con il consiglio comunale. Mi è noto infine che l’assessorato abbia addirittura riavviato i contatti con l’Ati, con a capo uno studio di ingegneria milanese, cui si intenderebbe affidare direttamente il completamento della progettazione per condurre a termine lo studio preliminare del Comune. L’Ati in questione è quella che ha già lavorato al primo progetto di consolidamento.
Chiedo che l’assessore riferisca con puntualità su questi aspetti. Al momento, infatti, il consiglio comunale non ha mai potuto esaminare e discutere progetti redatti internamente dal Comune che riguardano il nuovo Verdi.
Su una vicenda così dirimente e caratterizzante per la città, ritengo che la massima assemblea cittadina non debba rimanere ai margini, anche per dare voce a tutte quelle istanze cittadine che reclamano un Teatro Verdi all’altezza della tradizione culturale di Terni”.

SPA - Ufficio Stampa/Agit