Notizia

Decoro e sicurezza, le novità introdotte nel Regolamento

Decoro e sicurezza, le novità introdotte nel Regolamento
 
(Ufficio Stampa/Acot) - La giunta comunale ha deliberato di approvare la modifica del Regolamento di Polizia Urbana sui temi della sicurezza e del decoro cittadino. Ora l'atto dovrà essere discusso e votato dal consiglio comunale, trattandosi di materia regolamentare. In particolare – rende noto l’assessorato alla sicurezza e alla Polizia Municipale - è stato inserito un articolo, il 54bis che precisa e puntualizza alcuni divieti, i luoghi nei quali vengono applicati e le relative sanzioni.
I divieti riguardano il bivacco temporaneo o permanente, ovvero il pernotto con l’utilizzo di tende, sacchi a pelo, borsoni o simili; l’effettuazione di ogni forma di accattonaggio non itinerante ovvero con lo stazionamento protratto che limiti l’accessibilità e la fruizione degli spazi pubblici; lo stazionamento con comportamenti incompatibili con la vocazione e la destinazione delle aree e dei beni ed attrezzature a loro servizio.
Le aree individuate dove vigono i divieti sono le seguenti: Piazza Europa, Piazza Solferino, Piazza della Repubblica, Piazza San Francesco, Piazza dell’Olmo, Largo Villa Glori, piazza San Giovanni Decollato, largo Elia Rossi Passavanti, Piazza Buozzi, piazza della Meridiana; Corso Tacito, Corso Vecchio,  Via Cavour, Via Garibaldi, Via I Maggio, via Petroni, via Fratini, Via San Marco, Via Nobili, Via Roma, Corso del Popolo, Via Mazzini, Via C. Battisti, Viale della Stazione, Via Manassei, Via del Mercato Vecchio, Via Parrabbi, Largo Antonio Sangallo, Via Mancini, Via della Biblioteca, Via Carrara, Vicolo del Serpente, Via Curio Dentato; inoltre le aree in corrispondenza degli ingressi e nelle immediate vicinanze dei cimiteri; le aree in cui si svolgono il mercato settimanale in Via San Martino e al  Foro Boario; il mercato comunale in Largo Manni; i mercati rionali in Zona Cesure, in Via Irma Bandiera,  Campitello, in Via della Stadera; Mercato Montegrappa, in Strada delle Grazie), il “Tourist Shop” in Piazzale Vasi e al Belvedere Superiore della cascata delle Marmore; le aree in cui si svolgono le tradizionali fiere cittadine ed i mercati “periodici” o a “tema” comunque autorizzati; gli ingressi e le aree di parcheggio  dell’Ospedale Civile Santa Maria, in Via Tristano di Ioannuccio e in corrispondenza di tutte le sedi dell’USL Umbria 2 ove sono ubicati  presidi sanitari; gli ingressi ed immediate vicinanze di tutte le scuole di ogni ordine e grado e delle sedi universitarie, comunque, ad una distanza di 100 metri da una eventuale recinzione o, in mancanza, del muro perimetrale o di altra struttura di delimitazione; le aree urbane adibite a verde pubblico, i giardini pubblici, il parco dei “Campacci” di Marmore; l’area verde di piazzale Vasi – piazzale Fatati (Belvedere inferiore della Cascata delle Marmore); le aree a verde pubblico di Piediluco; l’area  museale ex Siri e il parco archeologico di Carsulae; in genere le aree adibite a pubblico spettacolo.
Le sanzioni previste, sono modulate a seconda delle situazioni e dei luoghi e il nuovo articolo inserito nel Regolamento prevede anche che in alcuni casi al trasgressore venga ordinato l’allontanamento dal luogo in cui è stato commesso il fatto, secondo le modalità previste dall’art. 10 del Decreto Legge 20 febbraio 2017, n. 14, convertito, con modificazioni, nella Legge 18 aprile 2017, n. 48.
In questo modo – sottolinea l’assessorato alla sicurezza e alla Polizia Municipale – il Comune di Terni si allinea alla normativa vigente, introducendo in maniera che può essere definita strutturale, una serie di divieti e di sanzioni con l’obiettivo di rendere la città più decorosa e sicura, come previsto nel programma di mandato, attraverso la modifica del regolamento di Polizia Urbana che auspicabilmente servirà soprattutto come deterrente, per prevenire azioni contrarie alla normativa.
 

GLD - Ufficio Stampa/Acot