Notizia

“Con il censimento porta a porta, un cambio di passo”

(Ufficio Stampa/Acot) - Parte sabato 13 ottobre la fase del censimento porta a porta. I rilevatori muniti di tablet e cartellino di riconoscimento scendono in campo per intervistare le famiglie dimoranti nei circa 450 indirizzi campionati per rappresentare il nostro comune. Mentre le "famiglie campione" (che hanno ricevuto la lettera dell’Istat) hanno già iniziato a compilare il questionario, sia autonomamente collegandosi al sito Istat che con l’aiuto degli operatori comunali presenti presso “l’Ufficio censimento”, le famiglie che hanno trovato le locandine del censimento nei loro palazzi, saranno coinvolte nelle interviste porta a porta.
“A differenza dei censimenti precedenti – sottolinea l’assessore al personale Bertocco – per la prima volta non ci sono modelli cartacei ma le informazioni vengono registrate direttamente sul tablet. Questa novità, dopo qualche problema iniziale dovuto alla messa a regime del sistema di gestione informatizzato, semplificherà il lavoro di raccolta dei dati e permetterà di avere i risultati in tempi molto più brevi.”
Le famiglie, avranno l’obbligo di rispondere alle domande del questionario in cui verranno chieste informazioni dai dati anagrafici alle caratteristiche dell’abitazione, dalle modalità di spostamento quotidiano per lavoro o studio alle notizie sulla professione. Se ci fossero persone non disponibili a far entrare il rilevatore in casa, l’Ufficio censimento fa sapere che possono limitarsi a fornire i dati anagrafici per essere identificate e prendere un appuntamento per compilare il questionario presso il Centro di raccolta che si trova a piano terra di Palazzo Spada.
Per eventuali dubbi sull’identità dei rilevatori, che sono muniti di cartellino di riconoscimento con la fotografia e il timbro del comune, l’Ufficio di censimento, invita i cittadini a contattare i numeri telefonici 0744 549666-69 e a segnalare qualsiasi situazione sospetta od anomala.

SN - Ufficio Stampa/Acot