Notizia

"Commercio aree pubbliche: via libera allo street food"

(ufficio stampa) – Parere favorevole questa mattina in 3°commissione alle modifiche, proposte dalla Giunta al Consiglio Comunale, al regolamento che disciplina il commercio sulle aree pubbliche.Parere favorevole anche a un emendamento che introduce la possibilità di street food anche in iniziative legate alla campagna elettorale.  L’organizzazione di fiere e mercati richiede l’adeguamento a norme di sicurezza sempre più stringenti e una serie di adempimenti articolati e complessi. Ciò ha indotto la Giunta a riconsiderare gli articoli relativi alla proroga delle procedure di assegnazione di concessioni per la partecipazione alle tradizionali fiere cittadine, prevedendo al momento la validità annuale delle graduatorie, in luogo della validità settennale stabilita dalla legge regionale.
Le altre disposizioni in discussione riguardano il numero dei posteggi da assegnare agli operatori economici; l’individuazione delle aree da utilizzare; la possibilità ampliare le date di svolgimento del Mercatino delle Anticherie per edizioni straordinarie; l’organizzazione di particolari iniziative di street food, di breve durata, a condizione che vengano proposte insieme ad operatori in sede fissa.
 “La proposta di modifica interviene su 3 punti - dichiara l’assessore al Commercio Stefano Fatale -  il primo riguarda il Mercato delle anticherie, introducendo la possibilità di aperture straordinarie, il secondo è relativo all’assegnazione delle concessioni con validità annuale, in quanto di anno in anno non possiamo essere certi che le fiere si terranno sempre nello stesso luogo, Il terzo punto riguarda il posizionamento di truck per eventi, che saranno realizzati a determinate condizioni. Per le aree fiere abbiamo individuato alcune aree, come largo Frankl, che abbiamo utilizzato in via sperimentale con risultati positivi. Il mercato coperto è uno dei punti sui quali abbiamo cercato di muoverci, anche con l’assessorato alla Cultura. Ora parliamo però del regolamento del commercio. Le associazioni di categoria ovviamente sono state coinvolte, questo è il modus operandi che ci siamo dati sin dall’inizio, e molto spesso sono proprio loro che avanzano proposte. Sulla valutazione della qualità estetica dei veicoli dello street food, con gli uffici, abbiamo cercato il modo più agevole, la strada più snella, per arrivare all’autorizzazione. Riteniamo che la posizione migliore per le fiere sia il centro storico e anche rispetto a questo posso dire che siamo riusciti a gestirle e ad adeguarci al piano safety-security facendo fronte anche alle spese che ciò comporta”.
Luca Simonetti (M5s): “Rispetto all’area fieristica, è previsto un cambiamento? Ci sono novità rispetto l’utilizzo degli spazi adiacenti il mercato coperto finalizzata ad una valorizzazione anche attraverso queste nuove iniziative di street food? Comprendo il problema dell’adeguamento alle misure di sicurezza e ritengo che la zona del centro che sia la migliore per le fiere. Queste sono modifiche di buon senso, ma ci asterremo perché vorremmo fare ulteriori approfondimenti per affrontare il tema in maniera globale, attraverso una visione integrata e mantenendo il dibattito aperto.”
Paolo Angeletti (Terni Immagina): “Io vorrei sapere se sono state sentite le associazioni di categoria?”
Alessandro Gentiletti (Senso Civico): “Ci può essere una sinergia anche con le associazioni culturali, penso al concerto dai balconi, ad esempio. E’ stato pensato a questo aspetto?”
Michele Rossi (Terni Civica): “Un plauso all’apertura allo street food in questa città. Vorrei sapere come si inseriscono alcune iniziative, come ad esempio Cioccolentino, rispetto al divieto del regolamento di utilizzare alcune zone del centro. Esprimo qualche dubbio riguardo i veicoli che fanno street food, la mia perplessità è sulla valutazione, forse non ancorata a criteri oggettivi, alla base della autorizzazione rilasciata dall’’ufficio competente. Inoltre, vorrei capire se esiste un regolamento delle fiere mercato che ci dice quali prodotti si possono vendere all’interno e quali no. Voterò favorevolmente in Consiglio per l’apertura allo street food e per la concessione annuale e non settennale dei posti che può dare il giusto ricambio degli operatori. Sono contrario alle fiere nel centro città o meglio, sono contrario a come si svolgono oggi”.
Orlando Masselli (Fdi): “Propongo un emendamento per estendere la deroga per le iniziative di street food anche al periodo di campagna elettorale. Concordo sulle criticità esposte dal consigliere Rossi rispetto alla valutazione della qualità estetica dei veicoli, forse va previsto un passaggio attraverso l’organo politico per mettere un in campo un sistema binario.”
Lucia Dominici (Fi) “Accolgo in modo molto favorevole il modus operandi dell’assessore che coinvolge tutte le associazioni di categoria e perché il regolamento va incontro alle esigenze della città nolla direzione di risollevare le sorti del commercio della città”
Cristiano Ceccotti (Lega): “Un plauso all’assesssore e agli uffici per le modifiche al regolamento che riguarda un settore economico importante della città”.
Maurizio Cecconelli (FdI): “Diamo una giusta valorizzazione al commercio ambulante. Il vero fulcro del problema sia l’organizzazione delle fiere anche per le questioni attinenti alla sicurezza”