Notizia

"Camposcuola: la volontà c'è ma al momento mancano i soldi"

(ufficio stampa) – L’assessore allo Sport Elena Proietti risponde alle domande contenute nell’interrogazione presentata dal Gruppo Consiliare M5S sulla “gestione e manutenzione del Campo Scuola F.Casagrande”. Nell’atto i consiglieri Patrizia Braghiroli, Valeria Pococacio e Thomas De Luca chiedono all’assessore di sapere se l’Amministrazione conosce le condizioni di degrado in cui versa attualmente il campo sportivo e come intende affrontare gli interventi necessari a ripristinare i requisiti necessari per la funzionalità dell’impianto e delle area. I consiglieri ritengono che vi sia in capo al Comune di Terni, proprietaria della struttura, l’obbligo della manutenzione ordinaria e di mantenere i servizi tutti, in particolare degli spogliatoi, dei bagni, delle docce, nelle giuste modalità igienico sanitarie. Inoltre richiedono interventi per la sicurezza del manto del campo di atletica, per la piantumazione delle specie arboree in sostituzione di quelle recentemente eliminate ed interventi di manutenzione straordinaria della rete idrica e del verde. Chiedono anche l’apertura domenicale del campo, vista la presenza massiccia delle società dilettantistiche in città che vorrebbero usufruire dell’impianto anche nei giorni festivi e un servizio di sorveglianza adeguato. Intendono conoscere anche lo stato del bando proposto dalla precedente amministrazione che prevedeva non solo la gestione del campo scuola ma un investimento cospicuo che avrebbe risolto le attuali problematiche.
“La situazione la conoscevo molto bene - afferma l'assessore allo Sport Elena Proietti - ed è di totale abbandono e degrado. La situazione di dissesto ci riserva non poche difficoltà. E’ un mio primario obiettivo perché rappresenta un patrimonio della città. Ricevo appelli continui. Noi abbiamo fatto dei piccoli interventi di manutenzione, con risorse zero e buona volontà abbiamo portato via dei rami secchi. Gli spogliatoi registravano la presenza di blatte. Con mille euro abbiamo fatto una piccola disinfestazione. Relativamente al bando proposto dalla precedente Aministrazione, non è mai stato predisposto. Stiamo valutando il costo- beneficio di un intervento più complesso e quello che possiamo fare. Colgo l'occasione per fare un appello agli imprenditori, alle associazioni, ai privati che sono interessati, ad investire sull'impianto, mantenendone la funzione sportiva, di farsi avanti per restituire alla città una struttura di prestigio. Noi lavoreremo su un nuovo bando. Ma non possiamo fare nulla senza soldi. La nostra buona volontà c’è sempre. Per quanto riguarda la piantumazione ne stiamo parlando con la collega Salvati, assessore alla'Ambiente al fine di realizzare un progetto di più ampio respiro. Chiedo agli interroganti collaborazione per tovare tutte le soluzioni possibili alla risoluzione di problema di degrado di un impianto sportivo importante per Terni. Per quanto concerne l’apertura domenicale, questa va concordata con le associazioni che fanno  eventi che ricadaono nei giorni festivi Il Comune, al momento, non può permettersi altre aperture"
"Ringrazio per le risposte fornite dall'assessore Proietti - risponde la consigliera Patrizia Braghiroli del M5S - il bando potrebbe essere una soluzione. Grazie anche per l'appello di collaborazione che ci ha richiesto, vedremocosa poter fare. Intanto spargeremo la voce per sapere se c'è qualcuno interessato ad investire. L’affidamento a terzi può essere una soluzione. Come, può esserlo, avere un progetto esecutivo in mano e andare a chiedere soldi diretti all’Europa, senza passare per la Regione. L’Amministrazione non può fare nulla, questo è chiaro ed evidente a tutti. Però ci sono altre vie. Noi avevamo fatto un atto per creare un ufficio di euro progettazione. Potremmo ripartire da lì. Creare le condizioni per accedere ai bandi europei che mettono a dispozione fondi. Riprendere i soldi che diamo all’Europa e riprenderceli sotto forma di bandi, è una delle possibili azioni da mettere in campo".