Notizia

Bilancio 2018, due emendamenti di Fratelli d'Italia

(Ufficio Stampa/Acot) - Scade stasera il termine per la presentazione degli emendamenti al bilancio stabilmente riequilibrato che sarà discusso la prossima settimana in consiglio comunale. Intanto il presidente del gruppo consiliare di Fratelli d'Italia Orlando Masselli fa sapere di aver presentato due emendamenti. Con il primo emendamento Masselli propone alla giunta lo spostamento di 50mila euro "dallo stanziamento previsionale per le spese utenze Eeettriche (codice di bilancio Missione 01 Programma 03 Titolo 1) a favore della voce “Contributi per attività sportiva rivolti a minori facenti parte di nucleo familiare indigente” (codice di bilancio Missione 06 Programma 01 Titolo 1).
"Si tratta di una modifica - spiega Masselli - che prevede l’utilizzo di fondi sicuramente in eccesso sulla voce originaria, e che consentirà di poter sostenere l’attività sportiva di giovani minorenni provenienti da famiglie bisognose e valutate sulla scorta di parametri definiti dal competente assessorato". 

Con la seconda proposta d'emendamento Masselli propone una riduzione dei gettoni dei consiglieri comunali. In particolare propone di spostare 8mila euro pari al 10% dello  stanziamento previsionale di euro 80mila per indennità di presenza nelle commissioni consiliari (codice di bilancio Missione 1 Programma 1 Titolo 1) a favore della  voce affido minori (codice di bilancio Missione 12 Programma 01 Titolo 1), attualmente in previsionale per euro 150mila e che passerebbe dunque a euro 158mila. Il secondo spostamento proposto è di 7500 euro pari al 10% dello stanziamento previsionale di euro 75000 per indennità di presenza in consiglio comunale (codice di bilancio Missione 1 Programma 1 Titolo 1) a favore della voce: Fondo Ripiano Morosità Inquilini (codice di bilancio Missione 12 Programma 6 Titolo 1).

"Questo - dice il presidente del gruppo di Fratelli d'Italia - allo scopo di dare un segnale concreto di sostegno da parte di tutto il consiglio comunale alle voci di spesa sociale in questione su situazioni che coinvolgono famiglie e minori in grave stato di disagio economico e sociale, anche in linea con quanto già fatto dalla giunta comunale in relazione alle sue indennità".

GLD - Ufficio Stampa/Acot