Notizia

Al via il censimento della popolazione e delle abitazioni

(Ufficio Stampa/Acot) - Sta per partire il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni che apre la nuova stagione dei censimentii con la realizzazione di rilevazioni continue a cadenza annuale, biennale e triennale.
"L’ultimo censimento della Popolazione - sottolinea l'Ufficio Statistica del Comune di Terni - risale al 2011 e quello precedente al 2001, nel rispetto della cadenza decennale che ha caratterizzato i Censimenti fin dall’Unità d’Italia. I veloci cambiamenti e le dinamiche che caratterizzano la nostra epoca, hanno però reso necessario rivedere la strategia censuaria  per poter garantire un flusso continuo di dati. Si è chiusa infatti una lunga fase della storia della statistica pubblica per lasciare spazio ai nuovi censimenti permanenti". "A differenza di quelli del passato, i censimenti permanenti non coinvolgono tutti i cittadini, ma di volta in volta una parte di essi, ovvero dei campioni rappresentativi, garantendo tuttavia dati riferibili all’intera popolazione. Questo è possibile grazie all’integrazione, oggi più facile rispetto al passato, tra i dati raccolti e quelli già presenti in moltissimi archivi amministrativi. Le nuove modalità di svolgimento dei censimenti permetteranno non solo la crescita della quantità e qualità dell’offerta informativa, ma permetteranno di ridurre i costi complessivi rispetto ad una rilevazione a tappeto che dovrebbe coinvolgere tutta la popolazione. Inoltre essendo chiamate a rispondere annualmente soltanto un campione di famiglie, sarà ridotto anche il così detto “fastidio statistico su cittadini. Un cambiamento profondo che renderà disponibili a cittadini, decisori pubblici ed esperti di settore, un’informazione puntuale e soprattutto più tempestiva su diversi aspetti che caratterizzano la popolazione italiana, sulla situazione del lavoro, della formazione scolastica e sugli spostamenti che vengono effettuati sul territorio".
A Terni per avviare le operazioni censuarie, coordinate dall’Ufficio statistica del Comune, opereranno, a partire dai primi di ottobre oltre 30 rilevatori che, muniti di tablet, batteranno a tappeto alcune zone del territorio comunale per censire edifici, abitazioni e famiglie. Questo censimento sarà interamente informatizzato e non saranno utilizzati come in passato modelli cartacei. I rilevatori saranno facilmente identificabili dal cartellino di riconoscimento e le famiglie coinvolte saranno tenute per obbligo di legge a rispondere ai quesiti del questionario. 
In una seconda fase sempre tra ottobre e dicembre, circa 3.000 famiglie ternane estratte dall’anagrafe comunale, riceveranno una lettera direttamente dall’Istat nella quale sarà chiesto loro di collaborare riempendo un questionario registrandosi autonomamente sul sito Istat, appositamente predisposto a livello nazionale, o attendendo di essere contattati da uno dei rilevatori comunali per effettuare l’intervista direttamente presso la loro abitazione, telefonicamente o negli uffici del comune. 
Nei prossimi giorni partirà una campagna di comunicazione e informazione a livello nazionale predisposta dall’Istat per promuovere il censimento.
Le complesse operazioni censuarie e le novità rispetto al passato rendono necessaria una adeguata formazione che, per i rilevatori e coordinatori, si svolgerà in parte in aula, presso la BCT il 7 e il 21 settembre, e in parte in autoformazione on line.
Sono stati chiamati alla formazione coloro che avevano partecipato al bando dello scorso mese di maggio e che sono collocati utilmente nelle prime posizioni della graduatoria.
I Servizi Statistici hanno avuto qualche difficoltà nel reperire i rilevatori, a seguito di parecchie rinunce, infatti si è reso necessario contattare i nominativi posizionati fino al 75esimo posto per arrivare ai 45 aspiranti rilevatori che parteciperanno al corso.
Il corso sarà tenuto da personale dell’Istat Territoriale e dal responsabile dell’ufficio di censimento di Terni. L’Assessore alla statistica Sonia Bertocco porterà i saluti dell’amministrazione in apertura del corso. 

 

GLD - Ufficio Stampa/Acot

Galleria fotografica