Primo Piano

Mezzi per la Municipale, telecamere, presidi sociali: al via il nuovo piano sulla sicurezza

(ufficio stampa) - L'Amministrazione comunale ha varato il cronoprogramma per l'attuazione del piano della sicurezza e della coesione sociale. Una serie di interventi assunti dal sindaco in attuazione dell'atto di indirizzo del Consiglio Comunale. Una serie di disposizioni, un mix di interventi nella prevenzione, nella maggiore presenza dei vigili urbani, delle telecamere e di azioni nel sociale, sul versante della prevenzione, della educazione civica, con l'attivazione di una unità operativa di strada, di un'unita mobile di soccorso e l'attivazione degli assistenti civici. Per quanto attiene la polizia municipale il piano prevede: l'ammodernamento dei mezzi di servizio (216 mila euro); il nuovo impianto di trasmissione via radio (31 mila euro); strumenti di autodifesa per i vigili come lo spray urticante, i giubbetti e i guanti antitaglio (19 mila euro); 2 fotocamere di controllo ambientale (6 mila euro). Per la videosorveglianza oltre le 11 telecamere rotanti già installate, ne verranno posizionate 34 fisse e altre 4 rotanti. Si inizierà da via Tre Colonne, piazza Solferino, piazza dell'Olmo, via Fratini.  Sul versante sociale potenziato il centro antiviolenza e al varo un'app per le informazioni sul contrasto alla violenza di genere;  è prevista l'attivazione entro il mese di giugno di un'unità operativa di strada, con quattro operatori sociali specializzati nel monitoraggio e nel controllo del territorio con l'attivazione di interventi educativi e preventivi; entro luglio, nei fine settimana, sarà in funzione nel centro cittadino una unità mobile della Cri per gli interventi legati all'abuso di alcol e di sostanze stupefacenti; entro l'estate anche la messa a punto del regolamento degli assistenti civici che, sul modello di quanto avvenuto a Bologna e Bergamo, collaboreranno con la polizia municipale in funzioni di segnalazione e controllo;  rafforzato il ruolo della Consulta per l'integrazione nella segnalazione di casi di difficoltà nel percorso di inclusione; in collaborazione con la Procura dei minori l'attivazione di attività riparative nel versante della cura del bene comune, attraverso la pulizia e il ripristino del decoro urbano. Nel piano triennale delle opere pubbliche  previsti numerosi interventi, tra questo il potenziamento  e l'estensione dell'impianto di illuminazione (600 mila euro), la riqualificazione delle aree verdi (un milione e 100 mila euro).