Evento

diSEGNI incisi

diSEGNI incisi

Data

dal 27 Maggio 2017 al 25 Giugno 2017

Orario

dalle 10:00 alle 20:00

Luogo

CAOS (Centro Arti Opificio Siri) Consulta la mappa salva data

Mostra di Massimo Zavoli
La mostra sarà visitabile fino a domenica 25 giugno

Organizzato da:

Area Archeologica e Centro Visita e Documentazione “U.Ciotti” di Carsulae

Info sui prezzi:

Ingresso libero
Giorni e orari di visita della mostra: dal martedì alla domenica 10.00 - 13.00 / 17.00 - 20.00
Ogni sabato, alle ore 17.15, visita guidata gratuita a cura dell'artista

Info utili:

Info: 340 4188488 - museoarcheologicoterni@gmail.com

Massimo Zavoli: nato a Terni nel 1960, è docente presso il Liceo Artistico di Terni, dopo aver insegnato all’Istituto d’Arte di Orvieto e all’Accademia di Belle Arti di Viterbo. Le sue arti sono: incisione calcografica, pittura, decorazione, doratura, ebanisteria, tarsia, intaglio/scultura del legno e di argilla. Durante la sua formazione ha incontrato quattro Maestri: V. Cecchi, L. Capetti, A. De Felice e non per ultimo R. Bellucci, dal quale ha appreso l’arte calcografica utilizzando il torchio di De Felice donatogli dagli eredi nel 2009. Ha realizzato acqueforti che ha esposto in mostre personali e collettive importanti in Italia, come all’Officina delle Zattere lungo il percorso della “Biennale di Venezia 2015”, ad “Arte Padova 2015”, “Arte Genova 2017”, a Roma nella Sala del refettorio della “Camera dei Deputati” ed altre località, mentre all’estero espone a Londra, Bruxelles, Davos (Svizzera) e Montecarlo “ARTMONACO 2016” e New York. Le sue opere calcografiche sono state assegnate anche in diverse pregevoli occasioni di premi e riconoscimenti. Una sua grafica in acquaforte, riguardante la sua città dal titolo “Terni – 11 agosto 1943”, è stata utilizzata come locandina pubblicitaria ed è stata scelta dalle Poste Italiane per un “Annullo Postale Filatelico” nel 2015. Sempre nell’ambito della Filatelia, le Poste Italiane hanno emesso nel 2016 una Cartolina Postale utilizzando il disegno in acquaforte dell’opera “Giovane Europa”, creata per premi alla Camera dei Deputati. Tra le sue arti c’è anche la pubblicazione di un libro dal titolo “Acqueforti – La mano è la finestra della mente” in occasione della mostra al Centro di Paleontologia della “Foresta Fossile” di Dunarobba (TR), nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio 2013, patrocinata dal Comune di Avigliano Umbro, dalla Regione dell’Umbria, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Umbria. Ha ricevuto nel 2016 il riconoscimento come “Formatore Accademico” dell’Accademia Universitaria di studi Giuridici Europei (A.U.G.E.), presso la Camera dei Deputati. Per attività svolte in favore dell’Arte e della Cultura, riceve il “Premio Internazionale Spoleto Festival Art” nel 2014, 2015 e 2016. Alcune opere in acquaforte/acquatinta sono depositate nell'Archivio di Stato di Terni.