Primo Piano

10 manifestazioni per il Festival che unisce terra e acque

(Ufficio stampa) - E’ la seconda edizione, quella del festival Tra Monti ed Acque, una proposta che  nasce dal lavoro della circoscrizione Est in collaborazione con l’assessorato al Turismo del comune. “Gli obiettivi principali – dichiara il presidente della Est Stefano Bolletta - sono quelli di selezionare gli eventi con più storia o più contenuti di qualità, di lavorare con le singole associazioni che gestiscono le attività per qualificare gli eventi stessi, di fare - dunque - un cartellone unico che si identifica con un territorio definito turisticamente  come le Terre di San Valentino e il Parco del Nera, di utilizzare il cartellone degli eventi per promuovere il territorio e gli eventi come sperimentazione per trasformare alcuni di essi in servizi turistici permanenti. Mi riferisco all'archeologia industriale e alla attività escursionistica".Il programma degli eventi  vede manifestazioni che hanno preso il via a maggio e  aktre che termineranno a novembre,  con un nucleo centrale nel periodo estivo. Ci sono iniziative di lunga data come la tradizionale Festa delle Acque di Piediluco e appuntamenti nuovi come quello sull’archeologia industriale di Marmore o il festival degli Sport Acquatici di Piediluco.Ogni territorio si caratterizza per le sue peculiarità: la Valnerina per le tradizioni storiche e dei prodotti e piatti tipici; Marmore per l’archeologia e l’escursionismo; Piediluco le attività legate all’acqua.Dieci sono le manifestazioni selezionate, quelle che più rappresentano le qualità del territorio, tante altre ne sono state messe in programma. Decine le associazioni di volontariato che "contribuiscono - dichiara l'assessore al Turismo Roberto Fabrini -  a costruire questo grande cartellone fatto di rievocazioni storiche, degustazione di piatti tipici, valorizzazione di antiche colture agricole come il miele, i frutti del sottobosco, le famose pesche di Papigno, le attività sportive e outdoor. Uno sforzo collettivo che vede in campo le comunità dei nostri antichi borghi, che credono nel turismo, credono che questo possa finalmente divenire un  pezzo importante del nostro sviluppo economico, un pezzo del futuro della nostra città".Ad alcune iniziative saranno associate anche proposte di soggiorno che consentiranno di sperimentare alcuni eventi come servizi turistici che potranno nel tempo diventare permanenti."Gli eventi - aggiunge l'assessore - come fatto promozionale, ma anche sperimentazione per la creazione di nuovi prodotti turistici permanenti"."La promozione - conclude il presidente Bolletta - è già avviata da diverse settimane e toccherà diverse città del Centro Italia con la distribuzione del materiale stampato e con internet. E’ stato prodotto il depliant generale ma sono previsti depliant dedicati per ogni singolo evento, ogni associazione curerà inoltre la diffusione via web della propria iniziativa".